Gruppo Sella: il valore di un SI! Anzi, del 75% di SI!

dal sito Fisac Piemonte
17 aprile 2019


Rimandando alla lettura del nostro precedente comunicato a firma Fabi – Fisac Cgil – Uilca per i contenuti dell’accordo di cessione STS, in questo comunicato sindacale vogliamo aggiornarvi rispetto alla fase che il Gruppo Sella affronterà nei prossimi mesi alla luce del nuovo assetto aziendale.

La procedura di cessione si è chiusa, secondo i tempi previsti dal CCNL, il 27 febbraio, dopo una sofferta trattativa e un accordo che aveva recepito alcune delle nostre richieste più importanti. Al tavolo le OOSS avevano pareri discordanti e l’azienda, pur dichiarando chiusa la procedura, ha preso atto della nostra necessità di confrontarci con i colleghi in assemblea prima di apporre una eventuale firma all’accordo (quindi ha sospeso i tempi tecnici per una firma successiva).

Abbiamo quindi convocato quattro assemblee unitarie il 6 marzo per una consultazione democratica che lasciasse ai colleghi, che noi rappresentiamo, la decisione finale.

La platea coinvolta ha votato “Sì” nella misura del 75%, una percentuale netta che ci ha vincolati democraticamente.

Il nostro è un ruolo di rappresentanza, non possiamo prescindere dalla volontà delle colleghe e dei colleghi: per questo motivo vengono fatte le assemblee, si contano i voti e in base ai risultati si decide.

E IN QUESTO CASO I COLLEGHI HANNO VOTATO SI!

Convocati dalla delegazione aziendale il 1° aprile, nel rispetto del risultato assembleare, le tre sigle sindacali scriventi, dopo aver apportato ulteriori modifiche al testo, hanno sottoscritto l’accordo, garantendo in questo modo le tutele in esso contenute. La First Cisl non lo ha fatto e questo porta ad una situazione di tavoli separati e di indebolimento complessivo dell’azione sindacale.

Ci sono in agenda trattative importanti, a partire dal Vap e dall’organizzazione del lavoro, e non possiamo bloccare l’attività sindacale in un gruppo così in trasformazione dove è essenziale il nostro ruolo di tutela dei lavoratori, pertanto a partire dai prossimi incontri saremo convocati unitariamente come primo tavolo (Fabi Fisac Cgil – Uilca) e successivamente l’azienda convocherà la First Cisl.

Naturalmente auspichiamo che si tratti di una situazione temporanea perché l’unità sindacale per noi è un valore importante così come la democrazia e le regole della rappresentanza.

Vi terremo costantemente aggiornati rispetto ai prossimi incontri aziendali.

Le strutture aziendali
FABI      FISAC-CGIL       UILCA