Apulia Prontoprestito: 35 posti di lavoro a rischio

Apulia Prontoprestito
35 posti di lavoro a rischio
Incontro con la Viceministro
Laura Castelli

In occasione della visita nella provincia di Foggia di ieri di Luigi Di Maio, abbiamo ottenuto un colloquio con il suo Staff, in presenza degli Onorevoli del Movimento 5 Stelle Giorgio Lovecchio e Carla Giuliano, a cui abbiamo rappresentato la situazione di Apulia Prontoprestito, una società con sede in San Severo, appartenente al gruppo Veneto Banca posto in liquidazione coatta amministrativa a giugno del 2017 col decreto “Salva Banche Venete”.

Tale decreto è costato ai contribuenti dello Stato Italiano circa 12 miliardi di euro, quasi cinque dei quali è andato ad Intesa Sanpaolo, banca intervenuta nell’operazione di salvataggio, ma che ha acquisito solo quattro società dei due gruppi falliti, lasciando fuori tutte le altre.

Oggi, a distanza di due anni da tale operazione, i dipendenti delle società del “fuori perimetro” sono stati pressoché tutti ricollocati, tranne pochissimi, fra i quali i trentacinque giovani lavoratori di Apulia Prontoprestito, che hanno scarse prospettive di ricollocazione e che vedono il loro posto di lavoro a rischio.

Riteniamo iniquo ed immorale che ci siano dei lavoratori che possano rimanere disoccupati, a fronte dell’enormità della cifra stanziata dallo Stato a carico di tutti i cittadini, solo per la mancata previsione nel decreto del 2017 di una clausola di salvaguardia occupazionale.

L’eventuale perdita del posto di lavoro, che lascierebbe letteralmente per strada trentacinque famiglie in una zona del Meridione d’Italia, quale è la provincia di Foggia, con possibilità pressoché nulle di ricollocazione occupazionale, si configurerebbe come primo caso di “licenziamento di Stato” nella storia Repubblica Italiana, che il nuovo Governo ha il dovere morale (e la responsabilità politica) di evitare.

A margine del colloquio abbiamo ottenuto un incontro con Laura Castelli, Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze e con il Sottosegretario al Mef Alessio Villarosa, per il prossimo giovedì 16 maggio, al quale parteciperà il Segretario Generale Giuliano Calcagni.

Nel ringraziare il Governo per la disponibilità ricevuta, confidiamo sul fatto che l’incontro con la Vice Ministro sia il primo passo per la soluzione positiva della vicenda.

Seguiranno aggiornamenti.

Foggia, 13 maggio 2019

Fisac Cgil di Foggia