La FISAC CGIL fa Rete

Sostenibilità Ambientale, Innovazione Sociale, Lavoro Dignitoso, Piattaforma integrata di Sviluppo ma anche Consumo consapevole e Focus sulle Banche armate

Nelle giornate del 28 e 29 maggio si è svolta a Riccione la riunione annuale della Rete RSI della FISAC CGIL, organizzata dal Dipartimento Nazionale Sostenibilità e Rsi. Alla riunione hanno partecipato i componenti provenienti da tutte le Regioni e dai maggiori Gruppi bancari ed assicurativi italiani

I lavori si sono svolti in modalità seminariale e con finalità formative e di aggiornamento rispetto ai temi già trattati negli nei precedenti con un approfondimento rispetto agli obiettivi o goals del Sustainable Development.

Nel corso della prima giornata sono stati fatti dei focus su : Cambiamenti climatici ed il lavoro sindacale, Innovazione Sociale Innovazione sociale gli obiettivi 2030, (MGoS), Lavoro Dignitoso e Appalti, Diversity, Pari Opportunità e contrattazione.

La mattinata è stata conclusa da Graziano Urbinati, attuale presidente di Federconsumatori di Rimini e già  segretario confederale territoriale e regionale.

La relazione di Federconsumatori è stata incentrata sulla responsabilità che ognuno di noi incarna nell’essere contemporaneamente lavoratori e consumatori.

Successivamente abbiamo avuto modo di approfondire con l’avvocato Federica Manenti, una serie di questioni relative alle responsabilità civili e penali del bancario nell’esercizio delle sue funzioni, in particolare nello svolgimento della consulenza alla clientela rispetto alle asimmetrie informative, alle pressioni commerciali e ai sistemi incentivanti.

Nel pomeriggio Riccardo Sanna, Coordinatore dell’Area politiche per lo Sviluppo Dipartimento Sviluppo della CGIL, ha esposto la Piattaforma integrata che si pone l’obiettivo di tenere insieme tutela dell’ambiente, legalità e creazione del lavoro nell’azione contrattuale.

Il pomeriggio si è concluso con uno Speed meeting finalizzato alla comunicazione, in un tempo ridottissimo,  della conoscenza delle pratiche aziendali dei componenti del Rete su: Pari Opportunità, Ambiente, Diversity e Appalti.

La seconda giornata si è aperta con un dibattito in plenaria riguardante i lavori del giorno precedente. I partecipanti hanno avuto modo di esprimere le loro valutazioni sui temi discussi il giorno prima alla presenza del Segretario Generale della FISAC CGIL, Giuliano Calcagni.

Dopo il feed back della Rete, la mattinata è proseguita con la relazione di Claudio Sghia, collaboratore del Dipartimento, sul ruolo delle Banche nel finanziamento alle Industrie di armi,  argomento che scuote ma al contempo riscuote molto interesse.

Successivamente, divisi in tre gruppi, abbiamo lavorato nell’analisi dei bilanci integrati di Intesa, Ubi e Unipol per analizzare i temi cardine della riunione di quest’anno: pari opportunità e lavoro dignitoso, sostenibilità ambientale e diversity.

I lavori sono stati conclusi dal Segretario Generale che ha evidenziato il valore politico della sua presenza in relazione alle questioni che caratterizzano il Dipartimento, anche la luce dei contenuti della piattaforma di rinnovo del CCNL ABI. Giuliano Calcagni ha focalizzato anche il suo intervento sul l’orientamento politico sindacale che un sindacato come il nostro può avere rispetto agli investimenti attuati nei nostri fondi previdenziali. Le questioni che rivestono la Responsabilità Sociale come il diritto alla disconnessione, alla reintegra, alla parità di trattamento per i neo assunti, alla difesa legale e poi la definizione in piattaforma delle politiche commerciali, sono non solo i punti cardine della piattaforma CCNL ABI ma le coordinate delle condizioni di lavoro dell’intero settore finanziario e assicurativo.


ALLEGATI: