da alanews.it – (Napoli). “Sulle questioni dell’uguaglianza e della parità siamo in una fase indubbiamente regressiva. Lo si vede nei dati che riguardano la violenza sulle donne, nel linguaggio che quotidianamente viene utilizzato e negli eventi sportivi. C’è molto da fare e noi diamo il nostro contributo dicendo “ripartiamo da noi”. Ci sono una serie di proposte di legge che vengono dal governo che rappresentano una concezione che non appartiene più al paese. Non ci si rende conto che sul terreno dei diritti civili, sui costumi e sulle condizioni delle persone abbiamo fatto grandi passi in avanti. Si propongono modelli di subordinazione e subalternità che vorrebbero le donne fuori dalla scena politica e dal lavoro. Sono però molto convinta che non ci riusciranno”. Così Susanna Camusso a margine della presentazione del percorso di formazione Fisac Cgil “Ricominciamo da noi” per il contrasto agli stereotipi di genere che si è tenuta a Napoli. (Luca Leva/alanews).