articolo tratto da www.gazzettadelsud.it
29 luglio 2019


Troppo lavoro e carenza di organico, a Messina lo sciopero dei lavoratori Unicredit.

Sciopero e sit in dei dipendenti Unicredit a Messina. Per un giorno i lavoratori hanno lasciato uffici e scrivanie per protestare contro la carenza di organico e chiedere più assunzioni. Una vertenza tutta messinese dove i lavoratori protestano per gli eccessivi carichi di lavoro e chiedono il potenziamento del personale.

Il sit in è stato deciso per dare visibilità alla vertenza, la protesta ha ricevuto larga partecipazione dei dipendenti.

Alla manifestazione presente Sante Anastasi, coordinatore Fisac Unicredit che ha seguito la conciliazione in Abi a Milano assieme agli altri sindacati, e Marcella Magistro, segretaria generale Fisac che sostiene la mobilitazione.

“La protesta di questa mattina dei lavoratori Unicredit è l’ennesimo campanello di allarme di una economia e di una situazione occupazionale che preoccupa il sindacato e la Cgil”, afferma Giovanni Mastroeni segretario provinciale della Cgil.