Treviso: i lavoratori di Previmedical Spa e Gieffe Srl in stato di agitazione

Oltre 400 lavoratori del polo assicurativo, dei Fondi e delle Casse sanitarie che hanno sede a Preganziol in stato di agitazione. La CGIL trevigiana spiega le motivazioni che stanno portando alla mobilitazione

Alle porte di Treviso un vero polo assicurativo e della previdenza sanitaria integrativa che conta oltre 400 addetti, suddivisi in circa diverse società: Previmedical Spa e Gieffe Srl specializzate nella prestazione dei servizi amministrativi, liquidativi, informatici e di consulenza diretti a Società, Fondi, compagnie ed Enti dei settori della non autosufficienza operanti nel ramo vita e danni. 

RBM Salute che si occupa di servizi sanitari riguardanti l’ambito assicurativo: assistenziale, ospedaliero e dell’extra ospedaliero. 

RBM Assicurazione Salute Spa specializzata nell’assicurazione sanitaria di Grandi Aziende Italiane, dei principali fondi sanitari integrativi contrattuali, delle Casse di assistenza degli Enti pubblici, Casse professionali. Qui la FILCAMS CGIL di Treviso, FISAC CGIL di Treviso unitamente a CGIL e Ufficio Vertenze della CGIL trevigiana, ha aperto dal 20 settembre lo stato di agitazione dei lavoratori e delle lavoratrici. 

Le motivazioni che riconducono alla protesta e alle vertenze aperte sono molteplici: dumping contrattuale, non rispetto delle intese, sotto inquadramento, livelli non adeguati alle mansioni svolte, contratto integrativo aziendale per migliorare le condizioni economiche e normative dei lavoratori e passaggio graduale dei lavoratori al CCNL ANIA.

FILCAMS CGIL TREVISO  

FISAC CGIL TREVISO