Intesa Sanpaolo: nuove regole offerta fuori sede

dal sito Fisac Intesa Sanpaolo
14 ottobre 2019


Nell’incontro del 9 ottobre con Banca dei Territori, di cui vi abbiamo parlato nella news https://fisacgruppointesasanpaolo.it/banca-dei-territori-alcune-aperture-ma-la-ristrutturazione-continua/, l’Azienda ci ha fornito le prime delucidazioni relativamente alle nuove “Regole in materia di Offerta fuori sede e mediante tecniche di comunicazione a distanza della Divisione Banca dei Territori”.

L’evoluzione del modello distributivo di Banca dei Territori, in linea con l’attuale Piano d’Impresa, prevede l’ampliamento della gamma di prodotti e servizi distribuiti fuori sede e a distanza oltre che della platea dei soggetti di cui si avvale per la promozione ed il collocamento.

L’Offerta e il collocamento fuori sede di prodotti e servizi di investimento (ovvero Prodotti finanziari, Servizi di investimento, Prodotti assicurativi, Depositi strutturati e Servizi bancari e creditizi) è consentita esclusivamente a dipendenti iscritti sia all’Albo dei Consulenti finanziari sia alla sezione E del RUI (Registro degli Intermediari assicurativi e riassicurativi), previo ricevimento dello specifico mandato.

In via generale, le Attività Fuori Sede sono limitate ai Prodotti ed ai Servizi che prevedono la sottoscrizione e la consegna della documentazione in modalità dematerializzata.

Costituisce eccezione a tale impianto l’Attività Fuori Sede nei confronti di:

  • Clienti consumatori (Personal e Retail), per la quale la Banca può attivare iniziative – preventivamente individuate ed autorizzate dalla Funzione di Conformità – di offerta di Servizi bancari e creditizi senza avvalersi dei dipendenti in possesso dei requisiti sopra citati;
  • Clienti non consumatori (Aziende Retail e Imprese), per la quale i dipendenti possono esercitare l’attività di:
    • Servizi bancari e creditizi, senza specifico incarico;
    • Prodotti assicurativi vita, danni e previdenziali, con specifico incarico e previa verifica

dell’iscrizione alla sez. E del RUI.

Per le Filiali Personal, al momento non ci sono modifiche alle modalità in materia dell’OFS, in attesa della riorganizzazione del modello di servizio previsto a gennaio.

Invece per i Clienti non consumatori si applicheranno le seguenti disposizioni:

FILIALI RETAIL – OFS CLIENTI NON CONSUMATORI (AZIENDE RETAIL)

SERVIZI BANCARI E CREDITIZI Direttori, Coordinatori e Gestori possono promuovere e collocare fuori sede senza specifico mandato

 

PRODOTTI ASSICURATIVI DI PROTEZIONE E PRODOTTI PREVIDENZIALI Direttore, previa iscrizione RUI (sez. E) e rilascio lettera d’incarico

  

FILIALI IMPRESE – OFS A CLIENTI NON CONSUMATORI (IMPRESE) 

SERVIZI BANCARI E CREDITIZI Direttori, Coordinatori e Gestori Imprese possono promuovere fuori sede senza specifico mandato

 

PRODOTTI ASSICURATIVI DI PROTEZIONE E PRODOTTI PREVIDENZIALI Gestori Imprese, previa iscrizione al RUI (sez. E) e rilascio lettera d’incarico 

 

PRODOTTI FINANZIARI E SERVIZI DI INVESTIMENTO Direttore e Coordinatore Imprese, iscritti all’albo dei Consulenti finanziari, alla Sezione E del RUI, e in possesso della lettera d’incarico 

 

In funzione di queste nuove disposizioni, la Banca sta procedendo ad un riordino che comporterà in questa prima fase la revoca del mandato Consob a Direttori e altre figure professionali per i quali non vi è più necessaria tale iscrizione.

Tutte le figure interessate stanno ricevendo un’apposita comunicazione, disponibile sul portale Intesap, nella sezione Employee Self-Service- Modulistica dipendente, con cui viene comunicata la cessazione dell’attività di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede e i relativi adempimenti correlati

La cessazione del mandato comporta che i relativi oneri di iscrizione non siano più a carico della Banca, ferma restando la libertà del singolo di mantenere, a proprio carico, tale iscrizione o provvedere alla revoca dell’iscrizione.

L’aggiornamento delle Regole relative al OFS si inseriscono nel contesto dell’evoluzione del modello distributivo di BdT deliberato nel Gruppo, di cui come Fisac Cgil seguiremo attentamente gli ulteriori sviluppi.

Back to top button