BCC Valdostana: comunicato unitario

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca

Ai lavoratori di BCC Valdostana

Cara/o Collega,

è proseguita nelle giornate di ieri e oggi la trattativa finalizzata al raggiungimento dell’ipotesi di accordo per la composizione della crisi aziendale aperta dalla banca con l’apertura della procedura di cui all’articolo 22 parte terza CCNL 09-01-2019.

Dopo una lunga fase di discussione iniziata 08 luglio 2019 siamo arrivati oggi alla sottoscrizione di un verbale di mancato accordo a livello locale che di fatto sposta la trattativa a Roma. Come da previsioni contrattuali, le Segreterie Nazionali delle OO.SS. avranno a disposizione 5 giorni per avocare la trattativa presso Federcasse.

Siamo molto dispiaciuti per questa soluzione che di fatto non ha accolto tutti gli sforzi che abbiamo profuso per la soluzione dei problemi della banca, problemi che per ammissione aziendale non sono imputabili ai Dipendenti!

Le nostre proposte, che prevedevano la partecipazione importante delle lavoratrici e dei lavoratori alla realizzazione del piano presentato dall’azienda mediante l’utilizzo di molti istituti contrattuali, sono state ritenute insufficienti dalla controparte.

Seguiranno aggiornamenti.

Le Rappresentanze Sindacali Aziendali-Regionali ed i Coordinamenti del
Gruppo Bancario CCB
Fabi, First-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca.