ICCREA: comunicato giornata del 20 dicembre su MDC FVG e quota 100

Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea

Gentile collega con la presente nota siamo ad informarti riguardo due importanti incontri di trattativa svolti nella giornata del 20 dicembre u.s.:

Il primo riguarda la trattativa per il cambio contrattuale dal CCNL Abi al CCNL Federcasse, a partire dal 1.1.2020, per i lavoratori del Mediocredito Friuli Venezia Giulia (di seguito MDC FVG). La trattativa che riguarda circa 75 dipendenti ha evidenziato alcuni problemi, anche riguardo possibili deroghe al CCNL FEDERCASSE.

La delegazione della Fisac CGIL ha già sottolineato durante la trattativa la propria posizione su alcuni punti che di seguito riportiamo:

  • Con riferimento agli istituti riguardanti la assistenza sanitaria integrativa e la previdenza complementare abbiamo rappresentato la necessità che vengano riconosciuti, esclusivamente, quelli previsti dalla contrattazione collettiva di Federcasse, Cassa Mutua Nazionale e Fondo Pensione Nazionale, salvaguardando contemporaneamente nelle misure i trattamenti attualmente in essere per dipendenti MDC FVG;
  • Per noi è inaccettabile la proposta aziendale, contenuta all’art 4 della bozza di accordo consegnataci, che interviene sugli inquadramenti e sui ruoli NON accettiamo assolutamente queste deroghe e riteniamo invece che debbano essere riconosciuti le previsioni “ante jobs act” sugli inquadramenti così come sui trattamenti economici (compresa la previsione di reintegra per i licenziamenti illegittimi, art. 18 legge 300/70);
  • La proposta aziendale di una data limite, quella del 12.2021, entro la quale, in mancanza di un accordo integrativo di Gruppo, verrebbero a cessare gli effetti dell’ex contratto integrativo aziendale in MDC FVG, con la conseguente decadenza dei trattamenti riconosciuti, è di fatto una disdetta unilaterale dei trattamenti del personale MDC FVG. Riteniamo invece necessario raggiungere nel più breve tempo possibile una completa armonizzazione dei trattamenticontrattuali di secondo livello in tutte le aziende del “perimetro diretto” del Gruppo Bancario ICCREA;
  • Alla luce del rinnovo del CCNL ABI, sottoscritto dalle Segreterie Nazionali in data 19 dicembre s., che prevede aumenti economici a decorrere dal 1° gennaio 2020, abbiamo rappresentato la necessità, al fine di non penalizzare i lavoratori MDC FVG, di prevedere il riconoscimento un valore economico, o di altra natura, pari all’aumento economico previsto dal rinnovo contrattuale ABI, da riassorbire con i futuri aumenti economici derivanti dal rinnovo del CCNL FEDERCASSE.

Sempre nel corso della trattiva abbiamo ribadito, nostra ferma volontà, che nel corso del prossimo anno si debba arrivare alla completa armonizzazione dei trattamenti contrattuali nel perimetro diretto GBCI, recuperando una inammissibile sperequazione che riguarda molti lavoratori del gruppo. La capogruppo dovrà considerare rivendicazioni e percorsi acquisitivi, insomma passare dalle parole (e dalle promesse) ai fatti. E’ anche per questo che abbiamo chiesto il riconoscimento dei trattamenti di carattere sociale già esistenti nel Gruppo Bancario ICCREA anche per le lavoratrici ed I lavoratori del MDC FVG.

La FISAC CGIL nel mettere in guardia dai danni che l’adozione di atti unilaterali potrebbe produrre, fiduciosa in una attenta valutazione da parte aziendale delle proposte sindacali ribadisce la propria disponibilità per il raggiungimento di un accordo e in una ottica prospettica delle relazioni industriali.

_______________________________________________________________

Sempre il 20 dicembre u.s si è svolto con il Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA il primo incontro di trattativa per il raggiungimento di un eventuale “Accordo .Quadro” riguardante la possibilità di agire esodi incentivati e volontari in tutte le aziende e Banche di Credito Cooperativo del Gruppo sul tema delle pensioni anticipate; ”quota 100”; opzione donna; riscatto laurea.

Tutti questi strumenti avranno un incentivo, altro obiettivo il turn over.

L’incontro è stato limitato alla sola presentazione del piano da parte aziendale ed alla richiesta di precisazioni da parte delle OO.SS., è stato inoltre concordato il calendario per i prossimi incontri previsti per il 7 e il 10 gennaio 2021.

Roma lì 21 dicembre 2019    

BUON NATALE