Popolare di Bari: il vuoto di potere genera mostri


IL VUOTO DI POTERE GENERA MOSTRI

Nelle giornate di venerdì 13 e sabato 14 dicembre 2019, come ben sappiamo, i Commissari straordinari, Dott. Enrico Ajello e Prof. Antonio Blandini, “hanno incontrato il management, che tra l’altro è stato invitato a trasferire all’intera struttura aziendale la conferma della piena continuità operativa della Banca. La gestione ordinaria, infatti prosegue ordinatamente secondo le policy e le normative già a Voi note.”

Evidentemente l’interpretazione di “continuità operativa della Banca” … “secondo le policy e le normative già a Voi note” continua ad indurre il sottobosco manageriale, che è vissuto e sopravvissuto in piena simbiosi con le passate dirigenze, precedenti al venerdì nero della BPB, a perpetrare usi ed abusi che sono stati concausa dello sfascio. Ben lungi dal raccogliersi in una costruttiva riflessione sul proprio operato.

Figure proteiformi e vetusti mai saggi imperversano senza criterio. Neanche la presenza dei Commissari è sufficiente ad estirpare “il male” che, si sa, assume forme banali: sarà il caso di ricorrere agli esorcisti?

Nel frattempo rinnoviamo l’invito ai Commissari di esser convocati, con cortese urgenza, a questo punto.

Bari, il 14 gennaio 2020

Le Segreterie di Coordinamento
FABI FIRST/CISL FISAC/CGIL UILCA/UIL UNISIN
Gruppo Banca Popolare di Bari

 

Back to top button