UnipolSai Campania: non siamo piu’ disposti a lavorare in queste condizioni

NON SIAMO PIU’ DISPOSTI A LAVORARE IN QUESTE CONDIZIONI!

 

L’Assemblea Generale delle Colleghe e dei Colleghi UnipolSai della Campania, riuniti in data 10/01/2020 a seguito del recente licenziamento del collega Ruggero Nappi, ritiene del tutto ingiustificato tale provvedimento disciplinare, poiché dalle contestazioni formulate e dall’intimazione di recesso non emerge alcun comportamento contrario all’etica e alla deontologia professionale del dipendente, che risulta in linea con le indicazioni aziendali di abbattimento del riservato e deflazione del contenzioso.

La Società ha ritenuto che una serie di rilievi tecnici riguardanti solo 9 sinistri abbia pregiudicato in modo insanabile il rapporto di fiducia tra Impresa e dipendente ma va evidenziato che trattasi di sinistri “incancreniti” da anni, la cui gestione è stata operata in buona fede, in base alle indicazioni operative dei responsabili che in due casi ne avevano autorizzato la definizione.

In conseguenza di questo ulteriore e inesorabile provvedimento, i lavoratori denunciano la clamorosa contraddizione tra le ottime performances ottenute dalla Macroarea Campania e l’incremento dei provvedimenti disciplinari emessi dall’Azienda negli ultimi tempi.

Tali provvedimenti risultano ancora più irragionevoli se si considera il sottodimensionamento dell’organico rispetto all’enorme mole di sinistri trattati, ai quali si aggiungono i cosiddetti “fuori zona”, trasferiti in Campania, aggravando la situazione di un’area già in affanno. A nulla sono valse le continue richieste di nuove assunzioni per una razionalizzazione dei carichi di lavoro pro capite.

Tutto ciò premesso e rilevata la violenza con cui l’Azienda ha ritenuto di adottare, senza alcuna proporzionalità, provvedimenti suscettibili di incidere in modo irreversibile sul rapporto di lavoro, senza tener conto delle complessità della zona, dell’insufficienza dell’organico e delle continue pressioni cui è sottoposta la Rete per il raggiungimento degli arditi obiettivi aziendali, l’Assemblea, unanimemente e inderogabilmente, formula le seguenti richieste urgenti alle Direzioni competenti:

1)      Immediata assegnazione di carichi di lavoro in linea con la media nazionale dei CLG UnipolSai;

2)      Organici dimensionati al carico e alle caratteristiche peculiari del territorio;

3)      Richiesta di formazione continua in aula;

4)      Avvio di una procedura informale e preliminare alle contestazioni scritte che coinvolga anche  i responsabili degli uffici interessati, al fine di consentire al lavoratore coinvolto di chiarire  preventivamente il proprio operato;

5)      Informativa costante ai dipendenti circa i rilievi tecnici formulati dalle diverse funzioni aziendali di controllo;

6)      Eliminazione delle disposizioni  RUN OFF, oggetto di confusione e causa delle contestazioni disciplinari irrogate negli ultimi due anni.

Infine l’Assemblea, votando all’unanimità, richiede attraverso le OO.SS. un incontro urgente con le Direzioni competenti, annunciando sin d’ora che, in caso di mancato e tempestivo riscontro alle richieste formulate, si avvierà una mobilitazione e una manifestazione di protesta presso la sede della Direzione.

 

R.S.A. First/Cisl Fisac/Cgil FNA Uilca
Gruppo UnipolSai della Campania

Napoli, 15 gennaio 2020