Investimento Sostenibile e Responsabile: report del convegno di Roma

Si è recentemente svolto a Roma un importante Convegno, in occasione della conclusione della Settimana Sri organizzata dal Forum per la Finanza Sostenibile, dal titolo “Operatori Previdenziali e Investimento Sostenibile”. Il Dipartimento Nazionale Sostenibilità e Rsi della Fisac-Cgil era presente alla giornata in coerenza con il proprio impegno sui temi della Sostenibilità. Riportiamo qui di seguito una breve relazione sugli argomenti del Convegno stesso.

            Per Investimento Sostenibile e Responsabile, o Sri dall’inglese Sustainable Responsible Investment, s’intende la strategia di investimento orientata al medio-lungo periodo che, nella valutazione di Imprese ed Istituzioni, integra l’analisi finanziaria con quella ambientale, sociale e di buon governo, al fine di creare valore per l’Investitore e per la Società (intesa come Comunità) nel suo complesso.  L’Investimento sostenibile è applicabile a tutte le asset class, secondo le strategie qui sotto riportate:

  1. ESCLUSIONI: approccio che prevede l’esclusione esplicita di singoli Emittenti, Settori o Stati dal mondo dell’investimento, sulla base di determinati principi e valori. Tra i criteri più utilizzati vi sono quelli relativi alle armi, alla pornografia, al tabacco ed ai test sugli animali;
  2. CONVENZIONI INTERNAZIONALI: selezione degli Investimenti basata sul rispetto di norme e standard internazionali, come definiti in sede Ocse, Onu e sue Agenzie. Ne sono esempi il Global Compact, le Linee Guida dell’Ocse sulle multinazionali e le Convenzioni dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro;
  3. BEST IN CLASS: approccio che seleziona o pesa gli Emittenti in portafoglio secondo criteri ambientali, sociali e di governance, privilegiando i migliori all’interno di un universo, una categoria o di una classe di attivo;
  4. INVESTIMENTI TEMATICI: approccio che seleziona gli Emittenti in portafoglio secondo criteri ambientali, sociali e di governance, focalizzandosi su uno o più temi come i cambiamenti climatici, l’efficienza energetica o la salute;
  5. ENGAGEMENT: dialogo Investitori-Impresa su temi di sostenibilità ed esercizio dei diritti di voto connessi alla partecipazione al capitale azionario. E’ un processo di lungo periodo, finalizzato ad influenzare positivamente i comportamenti dell’Impresa ad aumentane il grado di trasparenza;
  6. IMPACT INVESTING: investimenti in Imprese, Organizzazioni o Fondi con l’intento di realizzare un impatto ambientale e sociale misurabile ed in grado, contemporaneamente, di produrre un rendimento finanziario per gli Investitori.

Precisiamo, a tal proposito, che le strategie Sri non sono auto-escludenti, cioè ad uno stesso portafoglio titoli, infatti, si possono applicare più strategie. La strategia di investimento sostenibile più diffusa è quella delle esclusioni che vengono adottate non solo per i corporate bond ma anche per gli investimenti in Titoli di Stato. Seguono poi Best in class, impact investing e convenzioni internazionali.

La strategia dell’engagement accoglie meno favore tra i piani previdenziali, probabilmente per la maggior complessità organizzative, delle difficoltà nella definizione di una propria politica di impegno e dei relativi costi. Una incentivazione all’adozione di questa strategia potrebbe arrivare dalla Direttiva europea 2017/828 Shareholders  Rights II (Direttiva sull’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti, recepita nel nostro Ordinamento giuridico nel giugno del 2019, e che mira ad un maggior attivismo degli Investitori, chiedendo loro di comunicare –secondo il principio del Comply or explain, rendiconta o spieghi –la politica di impegno adottata, le modalità di attuazione ed i relativi risultati).

Infine, hanno oltrepassato la soglia di 1.000 Titoli i Fondi Sri autorizzati alla collocazione in Borsa,   con i relativi asset in gestione che hanno raggiunto i 571,1 mld di euro a settembre 2019, con una crescita del 18,3% rispetto ai 482,8 di fine 2018. Più della metà dei prodotti disponibili, sia in termini numerici che di patrimonio amministrato, sono focalizzati sul mercato azionario, dove è forte l’interesse per soluzioni d’investimento tematiche. Dopo il difficile  2018, nei primi nove mesi dell’anno le performance dei Fondi Sri sono state estremamente positive, con circa il 60% dei fondi che ha conseguito un guadagno a doppia cifra. Questo è quanto emerge da un recente studio sul mercato degli investimenti sostenibili accessibili al mercato italiano.