Intesa Sanpaolo: diffusione del Coronavirus

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

CORONAVIRUS:
INVITIAMO A SEGUIRE GLI AGGIORNAMENTI SU INTRANET

Le Organizzazioni Sindacali stanno seguendo costantemente la situazione legata alla diffusione del Coronavirus e si sono attivate a tutti i livelli con senso di responsabilità e spirito di servizio.

È fondamentale, pur nella oggettiva complessità della situazione, attenersi alle prescrizioni date dal Governo e dalle Autorità Pubbliche, contribuendo al non diffondersi di un clima di allarmismo e di panico che rischia solo di essere controproducente.

Anche nel Gruppo Intesa Sanpaolo siamo in costante comunicazione con l’Azienda per attuare tutte le misure a tutela della salute e sicurezza sul lavoro in stretta aderenza alle disposizioni delle Autorità.

Sulla Intranet aziendale è attiva una specifica sezione con tutte le indicazioni via via aggiornate (http://intranet.intesasanpaolo.com/scriptIni20/web/tutela-aziendale/covid-19-aggiornamenti-e-informazioni-utili?p_p_id=86) che sintetizziamo:

  • i colleghi che risiedono o lavorano negli 11 comuni oggetto di ordinanze restrittive sono esentati dall’attività lavorativa con permesso retribuito o, nel caso in cui siano abilitati al lavoro flessibile, possono lavorare da casa superando anche gli 8 giorni al mese;
  • per il restante personale sono emanate le seguenti disposizioni:
    • i colleghi che soffrono di immunodepressione devono contattare il proprio medico curante per eventuali indicazioni
    • le colleghe in stato di gravidanza devono contattare il proprio medico curante per eventuali indicazioni
    • i colleghi che dovessero presentare sintomatologia respiratoria o influenzale anche lieve sono invitati a contattare il proprio medico curante
    • i colleghi devono astenersi dal lavoro se sono venuti a contatto con persone risultate infette al COVID-19: in tal caso contattare subito il numero 112 o il numero unico 1500 del Ministero della Salute.
  • Per i Responsabili, l’Azienda ha dato indicazione di:
  • favorire la fruizione del Lavoro Flessibile, specificando che possono essere fruite anche più di 2 giornate di LF da casa nella settimana, mantenendo il limite delle 8 giornate nel mese, e che i tre anni di anzianità di servizio sono indicativi ma è sufficiente verificare l’autonomia del collega per l’attività assegnata
  • effettuare le riunioni via Skype e videoconferenza
  • limitare le missioni a quelle strettamente indispensabili.

L’Azienda ha provveduto a sospendere gli eventi nelle filiali/uffici e l’attività di formazione in aula. Per le filiali situate nelle regioni maggiormente coinvolte (attualmente Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli V.G., Trentino Alto Adige) l’orario di apertura al pubblico è limitato dalle 8.30 alle 13.00 con l’indicazione di gestire l’afflusso della clientela al fine di evitare affollamenti. È stata accolta la nostra richiesta di prevedere tale orario anche per le filiali flexi, a partire da domani.

L’Azienda ha dato inoltre indicazione ai fornitori/imprese di pulizia di applicare le disposizioni date dal Ministro della Salute; ha ordinato le mascherine da distribuire prioritariamente per le zone maggiormente coinvolte, invitando a seguire le indicazioni di OMS.

Abbiamo richiesto che per i genitori interessati dalla chiusura delle scuole non solo vengano accolte le richieste di fruizione delle ferie, ma che venga prevista la possibilità di utilizzo di specifici permessi/banca del tempo a parziale copertura delle assenze per coloro che sono in difficoltà. Siamo in attesa di una risposta in merito da parte aziendale. Riteniamo inoltre che in questa situazione debba essere prioritariamente favorita la Formazione Flessibile.

 Invitiamo a segnalarci eventuali comportamenti non in linea con le indicazioni previste, ricordando a tutti che i comportamenti responsabili che ognuno di noi può assumere sono essenziali per affrontare al meglio la situazione.

Provvederemo a tenervi costantemente informati in caso di evoluzione della situazione.

Milano, 25 febbraio 2020

 

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA -UNISIN

Back to top button