Rsa Torino: Comunicato

1 - Fabi 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca

La fase emergenziale Covid 19 prosegue e non è possibile, al momento, ipotizzare i tempi ed i modi con i quali, progressivamente, ritorneremo alla normalità. Sempre più di frequente ci giungono notizie di contagi e di morti riconducibili alla clientela ed ai colleghi Mps.
Dobbiamo dunque abituarci all’idea che, ancora molto a lungo, dovremo convivere con le buone pratiche di distanziamento sociale, di contenimento e di prevenzione del rischio.
In quest’ottica, proseguendo il percorso intrapreso dalle Scriventi per tutelare le Lavoratrici ed i Lavoratori chiamati ad operare fisicamente in filiale, pur ritenendo che in questa fase occorrerebbe ricevere la clientela solo su appuntamento come deciso da altri Istituti, con il presente documento richiamiamo l’attenzione dell’Azienda sui seguenti punti:
1. Chiediamo la predisposizione di un elenco stringente delle operazioni che l’Azienda classifica come urgenti ed indifferibili; tale documento dovrà essere diffuso ed applicato pedissequamente in tutti gli stabilimenti;
2. Conseguentemente, chiediamo che l’Azienda predisponga opportune e non derogabili istruzioni per regolamentare l’accesso e la presenza dei clienti all’interno dei locali della Banca; ai clienti deve essere tassativamente vietato l’accesso agli uffici interni (salvo che per le esigenze di cui al punto1) ai bagni ed ai locali comuni riservati ai Colleghi;
3. Continuiamo a chiedere che la forza lavoro presente in ogni singola filiale sia ridotta al minimo essenziale: ovvero sole 2 persone, principalmente per il caricamento del ATM. Eventuali incrementi di organico oltre la predetta soglia dovranno essere palesemente riconducibili ad in inderogabili e comprovate esigenze aziendali non altrimenti assolvibili con forme di lavoro da remoto;
4. Chiediamo inoltre, a titolo precauzionale, l’immediata sospensione delle stipule degli atti di mutuo eseguite in filiale, per quanto attiene ad atti urgenti e non procrastinabili chiediamo che l’atto di compravendita venga comunque stipulato presso lo studio del notaio incaricato;
Continuiamo a sostenere che occorra “sospendere tutte le attività non essenziali ed indispensabili alla sopravvivenza”.
Attendiamo che banca Mps e tutto il settore trovi le misure necessarie per mettere in opera taleintendimento.
Torino, il 20 Marzo 2020
OO.SS. MPS TORINO

Back to top button