21 Marzo Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Sono tanti  gli eroi quotidiani che hanno collaborato ed hanno sacrificato la loro vita per perseguire lo stesso fine: combattere per la legalità. 

Abbiamo un debito di riconoscenza nei confronti di chi è stato assassinato e nei confronti delle loro famiglie, sono morti ma sono ancora vivi perché le loro speranze e il loro lavoro dovranno camminare sulle nostre gambe.

Dobbiamo essere noi più vivi, più veri e coraggiosi impegnandoci  contro l’infiltrazione mafiosa e per l’affermazione dei diritti e della giustizia sociale.

 

Il Segretario Generale

Giuliano Calcagni