I Seg. Generali: aumenti CCNL anche ad ex inserimento professionale – La risposta di ABI

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

Spett.le ABI
Piazza del Gesù, 49
Dott. Salvatore Poloni

Abbiamo riscontrato che in alcune Aziende e Gruppi Bancari non sono stati riconosciuti gli incrementi retributivi ed i relativi arretrati di cui all’accordo di rinnovo del CCNL del 19 dicembre 2019 ai destinatari dell’ex “livello retributivo di inserimento professionale”.

Una siffatta lettura non è conforme al testo ed allo spirito, dell’accordo, non essendo mai stata intenzione di alcuna delle Parti sottoscrittrici di escludere tali colleghi dagli aumenti del nuovo CCNL.

Come noto, infatti, l’art. 46 del CCNL 31.12.2015 è stato abrogato con il succitato accordo di rinnovo ed è stata prevista una integrazione al fine di azzerare il gap salariale per coloro che, alla data del 19 dicembre scorso, risultavano già destinatari del “livello retributivo di inserimento professionale”, senza escludere in alcun modo la titolarità, per tali lavoratrici/ori, di beneficiare degli incrementi retributivi previsti per la 3a Area Professionale 1° Livello.

Chiediamo, quindi, un pronto intervento da parte dell’Associazione verso i Vostri Associati al fine di rimediare immediatamente ad una tale distorta e strumentale interpretazione dell’accordo.

In attesa di riscontro, inviamo distinti saluti.

Roma, 30 marzo 2020

I Segretari Generali

Fabi ‐ First Cisl ‐ Fisac Cgil ‐ Uilca ‐ Unisin

Lando Maria Sileoni ‐ Riccardo Colombani ‐ Giuliano Calcagni ‐ Massimo Masi ‐ Emilio Contrasto


LETTERA DI RISPOSTA DI ABI DEL 31 MARZO 2020


Ai Segretari Generali

Facciamo riferimento alla Vostra lettera del 30 marzo u.s. con la quale segnalate di aver riscontrato “che in alcune Aziende e Gruppi Bancari non sono stati riconosciuti gli incrementi retributivi ed i relativi arretrati di cui all’accordo di rinnovo del ccnl del 19 dicembre 2019 ai destinatari dell’ex livello retributivo di inserimento professionale”.

Al riguardo, segnaliamo anzitutto che ABI ha tempestivamente informato gli Associati, con circolare del 6 marzo 2020, della Vostra comunicazione del giorno precedente (5 marzo) relativa allo scioglimento in senso positivo della riserva da Voi a suo tempo posta sui contenuti dell’Accordo di rinnovo, riportando la tabella relativa agli aumenti mensili decorrenti dal 1° gennaio 2020 e specificando agli Associati che “può procedersi all’erogazione” degli stessi.

Le lavoratrici/lavoratori appartenenti al precedente “livello retributivo di inserimento professionale” sono conseguentemente destinatari degli incrementi retributivi dal 1° gennaio 2020 secondo gli importi previsti dal richiamato art. 35 per i lavoratori inquadrati nella 3a Area professionale, 1° Livello retributivo.

Vi rappresentiamo che ricorderemo tale profilo agli Associati, anche per la verifica di eventuali applicazioni incomplete che dovessero essere derivate dal limitato tempo disponibile per l’aggiornamento delle procedure intercorrente tra lo scioglimento della riserva e la chiusura delle retribuzioni di marzo, che potranno trovare sistemazione nel mese di aprile.

Cordiali saluti.