Gruppo Bper: incontro di Gruppo in conference call a delegazioni piene

Segreterie di Coordinamento Sindacale del GRUPPO BPER

EMERGENZA COVID 19 – INCONTRO 3 APRILE 

Il giorno 3 aprile si è tenuto un incontro di Gruppo in conference call a delegazioni piene. Di seguito una sintesi degli argomenti trattati

SALUTE E SICUREZZA

Il Gruppo BPER si è adeguato alla proroga al 13 aprile del DPCM e delle diverse ordinanze regionali. Rimangono quindi inalterate le previsioni a tutela della salute: turnazione, alternanza, orario di sportello ridotto, ricezione del pubblico esclusivamente su appuntamento per lo svolgimento delle sole operazioni essenziali. Lo stesso dicasi per le filiali con orario 6×6. Come da accordo tra Organizzazioni Sindacali e ABI, anche nel Gruppo BPER sono in distribuzione i DPI (mascherine, gel, guanti) compatibilmente con le difficoltà di approvvigionamento (la Protezione Civile ne ha già sequestrate più partite a noi indirizzate) e di trasporto – riceveremo comunicazioni ad hoc già a partire da lunedì 6 aprile.
Si raccomanda l’utilizzo corretto di tali misure di protezione individuale, conservando comunque inalterate l’attenzione e il rispetto delle distanze di sicurezza.
Sempre nel rispetto della sicurezza, si stanno valutando soluzioni che possano permettere la regolare e tempestiva risposta alle tante richieste di moratoria/anticipo CIG, snellendo le procedure e permettendo di gestire tali pratiche senza necessità della presenza fisica della clientela in filiale/ufficio – più in generale è  stato chiesto all’Azienda di “manlevare “gli addetti che prendono disposizioni via mail  dalla clientela (moratorie, pratiche per CIG, ecc.)
In corrispondenza delle giornate di possibile maggior afflusso in filiale (fine mese/inizio mese e giorno 16) abbiamo chiesto di aumentare i presidi di sicurezza con eventuale vigilanza, interpellando laddove necessario le Forze dell’Ordine per evitare assembramenti ed episodi di minacce e violenze – come purtroppo già accaduto in questi giorni in molte zone d’Italia.

PRESSIONI COMMERCIALI

Continuano a pervenirci segnalazioni su richieste di attività e campagne commerciali incompatibili con l’emergenza attuale e con quanto disposto dalla Banca stessa. Abbiamo ribadito la necessità di un incontro urgente, possibilmente prima di Pasqua, in presenza della Commissione Politiche Commerciali e dei Segretari di Coordinamento delle rappresentanze sindacali.

PERMESSI ORDINANZA

Viene estesa fino al lunedì di Pasqua la possibilità di fruizione di tali permessi, sia quelli retribuiti che quelli non retribuiti, mantenendo invariati i massimali fin qui disponibili.  Richiesto un aumento degli stessi senza trovare la disponibilità dell’Azienda.

LAVORO AGILE

Le previsioni di lavoro e formazione agile (smart-working/learning) disposte dall’Azienda valgono fino al 30 aprile, e la stessa sta estendendo la possibilità di accesso a tali piattaforme ad un numero sempre crescente di colleghi, siano essi di rete che di uffici di centro e semi-centro.
NB: sono già in ordine quantitativi importanti di PC che l’Azienda distribuirà nelle prossime settimane/mesi. Abbiamo chiesto che, fino a che ciò non sarà messo a terra, si prevedano voucher per acquisto dei device ad uso promiscuo e finanziamenti dedicati a TAEG zero. I permessi retribuiti emergenza sono destinati alla sola parte residuale di colleghi impossibilitati ad accedere alle opzioni di cui sopra (poiché priva di computer  personali/aziendali e linea internet), e che sono chiamati in prima battuta a terminare eventuali residui ferie 2019.

TURNAZIONI – ALTERNANZA

Nella rete sono state definite chiare misure in termini di turnazione e alternanza, invariate e prorogate fino al 13/4. Stiamo vigilando affinché tali misure vengano applicate e rispettate, poiché riceviamo segnalazioni di imposizione forzosa di ferie/banca ore/ex festività, e di attribuzione errata di codici presenza/assenza durante le giornate in oggetto.
Ancor più grave, alcuni direttori di Filiale hanno unilateralmente interrotto la turnazione.
Negli uffici di centro e semi-centro tali meccanismi risultano più difficoltosi da applicare per l’Azienda, pur essendoci maggior diffusione e possibilità di lavoro agile. Speriamo che i numeri e le soluzioni migliorino presto poiché si registrano assenze dal luogo di lavoro al 60/70%, ma, come ammesso dall’Azienda, pur confermando un giudizio della situazione molto positivo, di queste solo il 30% è in smart-working/learning.

PERMESSI LEGGE 104/92 – MALATTIA/COMPORTO

Confermata la possibilità di utilizzo dei permessi lg.104/92 anche ad ore. L’Azienda ha già adeguato i plafond anche ai giorni massimi previsti da circolare INPS, consapevoli che la normativa e le interpretazioni non sono ancora chiarissime e potrebbero esserci futuri aggiustamenti,
Dietro le insistenze delle OOSS viene confermato inoltre che i 12 gg aggiuntivi saranno fruibili anche dai lavoratori che già avevano la 104 cosiddetta ad ore giornaliera.
Viene infine confermato che qualora il lavoratore sia in stato di gravità, potrà richiedere il cosiddetto periodo di tutela sino al 30/4 sulla base della certificazione sanitaria ed in base alle diverse patologie previste dai decreto cura Italia ( immunodepressi su elenco patologie INPS, patologie oncologiche e terapie salvavita in corso ). La certificazione sanitaria non indicherà la patologia, ma solo la necessità del periodo di tutela e non sarà computata ai fini del comporto.

ESODI – ASSUNZIONI

Restiamo in attesa di conoscere come verranno rimpiazzate le oltre 300 uscite previste., cosi come previsto dall’accordo di Piano industriale 2019-2021. Abbiamo ribadito la  nostra richiesta  per i figli dei dipendenti  deceduti.  Nei prossimi giorni, intanto, saranno assunti a tempo indeterminato 24 colleghi, che già hanno collaborato con Bper con contratto di somministrazione.

PIANO INDUSTRIALE 2019-2021

La Banca prosegue con la messa a terra del progetto, inviando alle Organizzazioni Sindacali le relative informative. Seppur con modalità di interlocuzione differenti viene rinnovata la disponibilità a trattare anche oltre gli stringenti termini previsti. Come Tavolo unitario abbiamo esternato il nostro disappunto e invitato l’Azienda a sospendere, o rinviare significativamente, le previste chiusure di Filiali del prossimo 22 maggio, chiedendo all’azienda di dedicare tutte le risorse,  organizzative e anche mentali, all’ emergenza attuale.

DICHIARAZIONE DEI REDDITI

A seguito dell’intervento sindacale, anche quest’anno è disponibile su BLink la procedura per la compilazione del Mod.730: a breve verranno fornite ai colleghi che utilizzano tale piattaforma tutte le indicazioni utili.

Cosa succederà dal 14 aprile?

Pasqua è alle porte: comprendiamo che la situazione in continua evoluzione, ma siamo sinceramente preoccupati all’idea che venerdì prossimo potremmo non sapere ancora cosa si farà dal martedì successivo. E anche se, dal 14 aprile fosse consentito, cosa che riteniamo molto improbabile, un allentamento delle misure previste, comunque dobbiamo immediatamente ragionare sugli scenari futuri: è impensabile si riprenda a lavorare come se tutto fosse rientrato nella norma!
Nel frattempo ci è stato chiesto di fornire all’Azienda i nostri recapiti privati personali, sui quali la Banca ha provveduto ad inviare i link e le FAQ per consentire anche agli assenti di restare informati, così da essere certi che se usciranno nuove disposizioni saremo tutti aggiornati in tempo reale.

Segreterie di Coordinamento Sindacale del GRUPPO BPER
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Modena, 5 aprile 2020

Back to top button