Fineco: riprende a distanza la trattativa sul VAP


PROSEGUE LA TRATTATIVA SUL VAP

Nei giorni 8 e 9 aprile 2020 è ripresa, a distanza, la trattativa sul VAP 2019 erogazione 2020 fra rappresentanti sindacali di FinecoBank e Azienda.

La trattativa era iniziata il 20 febbraio 2020, giorno in cui è stato registrato il primo caso di COVID-19 a Codogno.

L’azienda, in quell’occasione, si era presentata proponendo un premio di produttività in linea con il premio riconosciuto l’anno scorso. Abbiamo respinto la proposta ritenendola inadeguata e abbiamo ribadito che l’impegno dei lavoratori di un’azienda che ha registrato risultati tanto brillanti deve essere opportunamente riconosciuto.

A causa dell’emergenza sanitaria iniziata quel giorno stesso, la trattativa è stata di molto rallentata. Nel corso dell‘ultimo incontro abbiamo presentato una proposta a nostro avviso assolutamente sostenibile ma che, al contempo, costituisse un significativo segnale di discontinuità con il passato e vedesse riconosciute le peculiarità della nostra azienda e l’enorme impegno dei colleghi, non solo in termini di risultati ma anche di responsabilità, nel gestire la non facile uscita dal Gruppo UniCredit.

In occasione dell’incontro abbiamo anche richiesto il passaggio ai ticket elettronici chiedendo un rilevante aumento anche in relazione ai nuovi minimi di tassazione previsti per il passaggio al ticket elettronico.

Abbiamo colto l’occasione anche per chiedere aggiornamenti sulla nostra richiesta di prorogare i permessi scaduti a marzo, su cui non abbiamo ancora avuto riscontro, e chiarimenti su come intende procedere in merito al recepimento del decreto sulla sospensione delle rate dei mutui con particolare riferimento ai mutui dipendenti. Infine abbiamo chiesto notizie sui tablet per i neoassunti previsti dall’accordo sul VAP 2018 e non ancora distribuiti.

L’azienda ha risposto proponendo un incremento del 10% rispetto alla sua proposta iniziale a cui ha anche aggiunto un contributo a parziale copertura della polizza denti a carico del dipendente. Rispetto ai buoni pasto l’azienda ha dato disponibilità per il passaggio al ticket elettronico del valore di 6€, a partire dal 1 luglio 2020, con un adeguamento inferiore però a quanto richiesto.

Valutiamo la proposta ancora insufficiente a riconoscere il valore dei dipendenti di Fineco e l’impegno profuso nel corso del 2019 e negli anni precedenti, impegno che ha contribuito fortemente ai risultati impressionanti della nostra Banca.

Gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni. Vi terremo prontamente informati.

Reggio Emilia, Milano 10/04/2020

OO.SS. FINECO BANK
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL

Back to top button