Gruppo Reale: siglati due importanti accordi


FONDO ORDINARIO

ACCORDO INNOVATIVO  IN REALE GROUP

 

Nella serata di ieri 5 maggio 2020, sono stati siglati contestualmente due importanti accordi nel Gruppo Reale (in allegato).

 

Il primo riguarda l’utilizzo della parte ordinaria del Fondo di Solidarietà (sia quello assicurativo che quello bancario).

Come ricorderete, la Direzione di Gruppo aveva chiesto di poter accedere -ad eccezione di REALE ITES- alle risorse presenti nel Fondo, a causa del drastico calo dell’attività verificatosi in molti settori a seguito dell’emergenza Covid-19.

L’accordo prevede che tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori delle aziende del Gruppo Reale coinvolte in questa operazione, si astengano dal lavoro per 9 giornate (6 per Blue Assistance) entro la data del 31/8/2020. Tale astensione avverrà con modalità e tempi che saranno comunicati dalle singole Aziende, indicativamente per 1 giorno alla settimana.

E’ importante sottolineare che in queste giornate non sarà consentito lavorare.

L’assenza sarà retribuita al 100% sia nello stipendio sia in tutte le voci accessorie (TFR, previdenza complementare, contributi, maturazione ferie, premi, ecc.). Il buono pasto, in quanto dovuto unicamente per la giornata di effettiva presenza al lavoro, non verrà corrisposto nelle giornate di cui sopra. Quindi per le colleghe ed i colleghi interessati non ci sarà alcun nocumento economico.

 

Il secondo accordo, a latere di quello sopra esposto, trae origine dalle richieste avanzate dalle Organizzazioni Sindacali per regolamentare, nello specifico di questa fase e ad integrazione di quanto già presente nei CIA e negli accordi aziendali, i seguenti temi:

– conciliazione tempi di vita/lavoro

– ferie

– straordinario

– lavoro a distanza

 

CONCILIAZIONE TEMPI DI VITA/LAVORO.

Si considera prorogato fino al rinnovo dei rispettivi CIA, l’accordo che prevede la tipologia del part-time a 32 ore settimanali (8 ore dal Lun al Gio) per Reale Mutua, Italiana e Reale ITES. La mediazione del tavolo ha consentito di introdurlo ex-novo per tutte le altre Società del Gruppo che non l’avevano nei loro CIA con l’eccezione delle Filiali e del Servizio Clienti di Banca Reale e del Call Center di Blue Assistance.

Per quanto riguarda le buone prassi, la percentuale dei colleghi che potrà concordare una riduzione del proprio orario su base volontaria, passa dal 30 al 40%; inoltre, sarà possibile effettuare tale richiesta senza la necessità di alcuna motivazione.

La sospensione volontaria dal lavoro, sperimentata in Reale Mutua, Italiana e Reale ITES unicamente nel corso del 2019, che prevedeva la possibilità di usufruire -con la stessa modalità delle ferie- di 20 giorni all’anno di assenza dal lavoro retribuiti al 40% della R.A.L. e versamento dei corrispondenti contributi previdenziali, viene riattivata per le suddette Società fino ai rispettivi rinnovi di CIA ed introdotta ex-novo per tutte le altre Società del Gruppo.

 

FERIE

La Direzione si è impegnata a non effettuare alcuna ulteriore chiusura, oltre a quelle già dichiarate del 14/4, 30/4 e 1/6, per il restante periodo del 2020. Inoltre, non sarà imposto a nessun lavoratore l’utilizzo delle ferie dell’anno corrente (fatti salvi gli obblighi di legge).

 

STRAORDINARIO

Con l’obiettivo di regolamentare il lavoro a distanza ed in coerenza con la dichiarata necessità aziendale di comprimere l’orario di lavoro -ad integrazione di quanto già previsto nei CIA e negli accordi di Gruppo per contenere il lavoro straordinario- la Direzione si impegna ad EVITARE CHE VENGANO SOLLECITATE PRESTAZIONI STRAORDINARIE al personale. Non è corretto, infatti, prelevare le risorse economiche del Fondo ai fini di ridurre l’orario e poi far effettuare alle colleghe ed ai colleghi lavoro aggiuntivo, per di più in modalità remota e non regolamentata dai presenti accordi.

Il rischio che soluzioni cosiddette smart possano trasformarsi in un maggior sfruttamento dei lavoratori, in assenza di accordi, sarebbe concreto.

 

OSSERVATORIO SU FLESSIBILITA’ ORARIA e SMART WORKING.

Sempre con l’attenzione rivolta alla tutela delle lavoratrici e dei lavoratori nell’utilizzo del lavoro a distanza in questa fase emergenziale, oltre che nella gestione delle flessibilità orarie, le Parti hanno quindi concordato di istituire un Osservatorio paritetico bilaterale formato da 10 componenti per Parte.

 

Per tutto quanto sopra esposto, riteniamo questi accordi di grande valore e dai contenuti innovativi per i Settori nei quali operiamo.

Le soluzioni trovate al tavolo accrescono le tutele, le estendono nel tempo e coinvolgono lavoratrici e lavoratori che fino a ieri erano esclusi da alcuni degli istituti di cui sopra.

 

Un risultato non scontato che premia il lavoro di mediazione svolto in questi giorni dalle Parti.

Un rammarico, vista la situazione di forzato isolamento, è non poter condividere democraticamente in assemblea tali risultati e considerazioni, come prassi consolidata nel nostro Gruppo.

 

LE RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI
(Gruppo Reale)
FISAC/CGIL – FIRST/CISL – UILCA – FNA – SNFIA


ALLEGATI:

 

Back to top button