Rating, il club delle triple A è dimagrito del 60%

By: Paul_8999 – All Rights Reserved
Da Repubblica.it – Nel mondo il club ristretto dei governi e dei relativi Paesi che godono della tripla A (cioè il massimo livello di giudizio sul merito di credito – il grado di certezza che un investitore ha quando sottoscrive del debito pubblico – da parte delle agenzie di rating) si è ridotto di oltre il 60% nei cinque anni intercorsi dal 2007 a oggi. Lo rivela un’analisi del Financial Times. Il quotidiano della City quale ricorda che la crisi ha costretto colossi come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia a uscire dalla ristretta elite degli ‘AAA’, ormai ridotta a soli 9 Paesi. Il totale dei titoli che S&P, Moody’s e Fitch considerano supersicuri, secondo le stime del FT, è sceso dagli 11 mila miliardi di dollari dell’inizio del 2007 ai 4 mila miliardi di dollari attuali.

La stretta è in larga misura legata al downgrade degli Usa deciso da S&P nell’agosto 2011, anche se è stata l’Europa, in particolare quella meridionale a rimetterci maggiormente, a vantaggio dei Paesi emergenti e in particolari di quelli dell’America Latina, i quali, notano gli esperti, “un tempo erano ad alto rischio e ad alta remuneratività, mentre adesso sono mainstream”. “Cinque anni fa – commenta Daid Riley, capo dei global sovereign rating di Fitch – il mondo era un posto molto prevedibile. Le crisi bancarie erano cose che tipicamente accadevano soltanto sui mercati emergenti. Adesso siamo in un mondo dove gran parte di queste certezze non ci sono più”.

Back to top button