Fisac Roma e Lazio: il Fondo Intersettoriale di Solidarietà dei settori Ania ed Aisa

Fondo di Solidarietà ordinario
La Cassa Integrazione degli assicurativi

 

Il Fondo Intersettoriale di Solidarietà per il sostegno al reddito

Istituito nel 2011 e modificato nel 2014 con la riforma Fornero, il Fondo Intersettoriale di Solidarietà offre sostegno alle aziende ed ai lavoratori dei settori Ania ed Aisa in situazioni di riorganizzazioni aziendali o di crisi.

Finalità del Fondo :

  1. IN VIA ORDINARIA: Programmi di formazione e riconversione del personale
  2. IN VIA ORDINARIA: Finanziamento di assegni integrativi al reddito
  3. IN VIA STRAORDINARIA: Sostegno al reddito per un massimo di cinque anni fino alla maturazione dei requisiti pensionistici

Ricorso al Fondo durante la crisi Covid-19

A seguito della crisi economica dovuta all’epidemia Covid-19, le aziende del settore assicurativo possono accedere al Fondo ordinario secondo le modalità introdotte dal decreto Cura Italia e dal decreto Rilancio; inoltre, grazie al protocollo concordato con le rappresentanze sindacali, sono state stabilite misure migliorative rispetto alla Cassa Integrazione in deroga.

Le prestazioni del Fondo ordinario legato al Covid-19:

  • Possono coprire fino a 9 settimane (decreto “Cura Italia”) aumentabili di ulteriori 5 settimane (decreto “Rilancio”);
  • Consentono la sospensione dell’attività lavorativa in maniera totale o parziale;
  • Garantiscono il 100% della retribuzione, della contribuzione, del Premio di produttività e di ogni altro elemento della retribuzione stabilito negli accordi aziendali;
  • Garantiscono la maturazione delle ferie anche nei periodi disospensione o riduzione dell’attività lavorativa;
  • Richiedono un accordo sindacale aziendale per l’attivazione.

DIFFERENZE CON LA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

La Cassa Integrazione Guadagni e la Cassa Integrazione in deroga erogano un assegno di integrazione al reddito pari all’80% della retribuzione, ma con un importo massimo pari a:

-€939,89 netti ( €998,18 lordi ) per retribuzioni mensili complessive* fino a €2159,48;

-€1129,66 netti (€1199,72 lordi) per retribuzioni mensili complessive* superiori a €2159,48. –

*la retribuzione mensile complessiva comprende il rateo delle mensilità aggiuntive (es: tredicesima )

Il Fondo è alimentato con i contributi dei lavoratori e delle aziende del settore assicurativo.

Le retribuzioni sono anticipate dall’azienda, in modo che il lavoratore non subisca ritardi.

 

A cura dell’Ufficio Giuridico della Fisac Cgil di Roma e del Lazio

Scarica l’elaborato

Back to top button