Gruppo Reale: accordo sui dispositivi per il distanziamento fisico


DISPOSITIVI PER IL DISTANZIAMENTO PERSONALE:
ACCORDO RAGGIUNTO

Nella giornata odierna abbiamo siglato l’accordo (in allegato) sui dispositivi per il distanziamento fisico da indossare, all’interno dei locali delle 4 Sedi principali di Torino, Milano ed Udine, in questa fase sperimentale.

Tali dispositivi segnalano, tramite segnali luminosi e/o acustici, la prossimità (1,5 mt) con un’altra persona, favorendo il rispetto delle misure per il distanziamento fisico e, quindi, coerenti con la tutela della salute all’interno dei luoghi di lavoro. Assieme all’uso delle mascherine, alla sanificazione dei locali, al controllo della temperatura corporea ed alle altre norme previste, permetteranno un graduale e progressivo ritorno all’attività all’interno delle Sedi del Gruppo Reale, caratterizzato dall’adozione di misure atte ad evitare il possibile contagio da Covid-19.

Nell’accordo è espressamente indicato che tali dispositivi:

– non identificheranno la persona;

– saranno operativi esclusivamente all’interno delle sedi di lavoro sopra indicate;

– non potranno essere utilizzati per il controllo a distanza;

– non avranno alcuna forma di tracciabilità gps o dei dati;

– non sarà necessario indossarli alla postazione di lavoro;

– i fornitori delle apparecchiature sono dotati di certificazioni ISO9001 e certificati rispetto alla norma AQAP2110/160, standard NATO; il dispositivo dispone di tutte le certificazioni di settore: CE (EMC,EMF,RoHS), FCC,UL .

Inoltre, il loro eventuale mancato utilizzo non sarà sanzionabile.

E’ evidente che, trattandosi di ausili utili a segnalare la prossimità con un’altra persona, presuppongono che le persone -in maniera responsabile e rispettosa delle propria e dell’altrui salute- lo indossino qualora si spostino all’interno delle Sedi sopra indicate per non vanificare l’utilità dello strumento.

La prima fase sperimentale si concluderà il 31/7/2020. Entro il giorno 7/7/2020 le Parti si incontreranno per una verifica dell’accordo.

Riteniamo tale risultato un passo avanti nella tutela della salute per le colleghe ed i colleghi del Gruppo, scritto nel pieno rispetto delle normative sulla privacy, dello Statuto dei Lavoratori e del principio di responsabilizzare le persone invece che prefigurare controlli e sanzioni all’interno dei luoghi di lavoro.

In un periodo come questo è un significativo passo in avanti nella direzione di una crescita culturale, organizzativa e, allo stesso tempo, del rispetto della salute di noi tutti.

 

LE RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI
(Gruppo Reale)
FISAC/CGIL – FIRST/CISL – UILCA – FNA – SNFIA


ALLEGATI: