Fisac Benevento: nuovo bando ‘Concorso di Idee’

Fisac Benevento, Fisac Campania, Fisac Nazionale e l’Università degli Studi del Sannio promuovono, per gli anni accademici 2019/2020 – 2020/2021, il concorso di idee:

L’uso del denaro contante nelle società contemporanee
La diffusione della moneta elettronica nella società italiana contemporanea. Valutazione delle ricadute: etiche, sociali, legali, economico-finanziarie e applicative

Il tema lanciato dal concorso di idee è molto dibattuto nella società italiana contemporanea. E’ certo che l’uso del denaro contante favorisce transazioni finanziarie che sfuggono a qualsiasi controllo, consentendo il riprodursi di un habitat sociale ed economico in cui proliferano fenomeni criminali e illegali. L’uso prevalente delle banconote ostacola le azioni di contrasto al riciclaggio dei capitali delle organizzazioni criminali e mafiose, consente il proliferare del lavoro irregolare e nero, è funzionale ai fenomeni di elusione ed evasione fiscale.

La predilezione per l’uso del denaro contante è una caratteristica tutta italiana, e dei paesi dell’area mediterranea, alla quale si accompagna lo scetticismo dei più nei confronti della funzionalità e della praticità di strumenti elettronici, oltre alla diffidenza nei confronti del sistema bancario. Difatti la contestazione più ovvia che viene mossa quando si parla di rendere obbligatoria la tracciabilità di ogni transazione finanziaria, è che tale progetto vada solo ed esclusivamente a vantaggio delle banche. Infatti il costo dell’uso della moneta elettronica costituisce un deterrente ulteriore. Un ulteriore timore è dato dalla possibilità di controllare totalmente la vita dei consumatori, arrivando a incasellare i gusti di ciascuno in apposite categorie ad uso e consumo delle società di marketing. Inoltre, l’analfabetismo informatico rischia di costituire un elemento di esclusione sociale.

Obiettivo di questo concorso è di avere a disposizione dei lavori in cui vengano analizzate le migliori soluzioni e strategie, innovative e originali, da adottare per sostenere e favorire l’uso della moneta elettronica, e in grado di superare gli scetticismi, i dubbi e i rischi riguardo allo strumento. I lavori dovranno tenere conto della realtà italiana, della specificità della nostra società non tralasciando le differenze territoriali (Nord, Centro, Sud, Isole), contemperando lo scenario globale in cui il nostro paese si muove. Quindi un’analisi comparativa dei sistemi adottati al riguardo dagli altri Paesi, una valutazione dell’impatto nel contesto italiano. Attraverso gli elaborati dovrà emergere il valore positivo, e le ricadute sull’organizzazione sociale e del lavoro, dell’utilizzo di sistemi elettronici di pagamento.

Il concorso – aperto alle studentesse e agli studenti laureandi dei corsi di laurea magistrali e a ciclo unico del Dipartimento di: Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi (DEMM) dell’Università degli Studi del Sannio – verrà presentato il pomeriggio del 22 gennaio 2020 nel corso di una conferenza stampa che si terrà a Benevento.

La premiazione dei migliori lavori è prevista entro giugno 2020, durante una cerimonia pubblica che si terrà a Benevento.

Il percorso sarà accompagnato da tre/quattro seminari/workshops tematici, aperti anche ai lavoratori del settore, utili per degli approfondimenti specifici e funzionali ai Candidati per redigere analisi ed elaborati più completi ed significativi. I workshops saranno divisi per aree tematiche, e riguarderanno in particolare: 1. Area Giuridica: percorsi legislativi concernenti la riduzione del denaro contante e la lotta al riciclaggio. Data già fissata per il 23 gennaio ore 10.30 – Relatori prof.ssa Roberta MONGILLO e Maurizio TESTA per la FISAC 2. Area Economica: analisi socio-economica rispetto all’impatto sui soggetti deboli delle nuove tecnologie di pagamento. Data da fissare – Relatori prof.ssa Vittoria FERRANDINO e prof. Emiliano BRANCACCIO 3. Area Informatica: sicurezza dei pagamenti telematici. 25.2.2020 ore 11 – Relatore prof. Aaron VISAGGIO 4. Area Finanziaria: analisi finanziaria rispetto all’impatto sui soggetti deboli delle nuove tecnologie di pagamento. Data da fissare – Relatori prof.ssa Antonella MALINCONICO e Vincenzo DI VITA per la FISAC A seguito dello slittamento delle date i promotori si riservano se riproporre anche i seminari già effettuati.

scarica il bando con la scheda di partecipazione