Fideuram: comunicato sull’incontro con Corcos

3 - Fisac CgilFideuram

Lo scorso 10 giugno abbiamo partecipato ad un incontro che definire imbarazzante è poco.

Con spirito costruttivo avevamo atteso con pazienza e fiducia che ci venisse comunicata la data di questo fondamentale momento di ascolto reciproco.

Da parte sindacale, già un anno fa avevamo scritto insieme alle altre sigle, chiedendo un incontro per rappresentare tempestivamente al nuovo management appena nominato nella Divisione Private le tematiche prioritarie che richiedono l’apertura di un confronto sindacale, a partire dalla cronica carenza di organico negli sportelli Fideuram.

Avevamo messo per iscritto, ancora una volta, come nella rete bancaria Fideuram gli sportelli (punti erogazione del servizio, per usare la locuzione originaria più aderente alla realtà del modello) abbiano una carenza dell’organico che ha raggiunto e superato da tempo il livello di guardia. Nella maggioranza dei casi l’attività è svolta da un unico dipendente, con evidenti criticità.
Al tempo stesso una moltitudine di attività e lavorazioni è stata assegnata agli sportelli, gravando su tale organico ridotto all’osso. Rispetto a ciò chiedemmo pure l’interruzione di ogni eventuale ulteriore decentramento di attività verso gli sportelli, fino a quando non sarà risolto il tema dell’organico. Richiesta che ribadiamo oggi alla luce del fatto che è emersa pure una forza lavoro “nascosta” costituita da assistenti personali dei private banker.

Molti altri temi urgenti sono da affrontare in Divisione, relativamente agli organici generalmente inadeguati e ritmi e carichi di lavoro eccessivi, all’organizzazione del lavoro, alla formazione, allo sviluppo delle professionalità, alla qualità dei servizi erogati a clienti e private banker.

Venendo all’incontro del 10 giugno, questo era stato unitariamente richiesto da parte sindacale, secondo le previsioni del CCNL e del Protocollo Relazioni Industriali 14 aprile 2021, che recita espressamente che per la Divisione Private Banking annualmente si svolge – con gli organismi sindacali aziendali – uno specifico incontro aggiuntivo agli incontri semestrali.

Il 10, rigorosamente in Skype, erano visibili le Relazioni Sindacali di Gruppo capitanate da Filosomi, ed il management di Fideuram nelle persone di Corcos, Zanichelli e Mainolfi.

Corcos ha esordito rappresentando le recenti iniziative allestite in Divisione Private, proiettando alcune slide dedicate a “Revisione dell’assetto organizzativo”, “Sviluppo della presenza internazionale”, “Integrazione UBI Top Private e IWBank”, contenenti un sunto di circolari, note di servizio, comunicati stampa già noti.

Successivamente Corcos ha ascoltato gli interventi dei segretari generali delle organizzazioni sindacali del Gruppo ISP, che nel presentarsi hanno citato alcune questioni generali (esodi ed assunzioni) ed altre pur generali ma con aspetti specifici per la Divisione (riconoscimento delle professionalità, forme contrattuali per il rapporto di lavoro dei bankers).

Corcos ha poi formulato alcuni commenti ed osservazioni su quanto aveva ascoltato, figurandoun’idea di azienda in cui vi è sì difficoltà a reperire personale ove serve ma essendo tutti parte di una grande e bella famiglia ci si aiuta e supporta (per noi un’idea un po’ troppo paternalistica…), in cui non si viene a lavorare per il premio perché c’è ben altro, in cui i tagli al sistema incentivante in ISPB, così come ai premi di “eccellenza” altrove, vanno semplicemente ricondotti alla saggia decisione di garantire in questo modo il premio pieno al ragazzo dell’help desk che fornisce il pc portatile al consulente finanziario (che però in generale è dipendente di una ditta esterna a quanto ci risulta), in cui comunque le spiegazioni sui tagli ai vari banker non erano state lesinate ed infatti poi tutti – chiarito quel che c’era da chiarire – erano rimasti soddisfatti…

Sul progetto Next Way Of Working? Tutto a posto, è chiaro ha detto la Zanichelli che oramai tutti non abbiamo necessità di andare in ufficio per lavorare, quindi … il messaggio è stato che in pratica lo faranno per noi, per farci vivere un’esperienza appagante quando si va in ufficio.

Sull’ipotesi nuova quotazione in Borsa, voce ricorrente ciclicamente e quindi riportata, e tema che sicuramente può riferirsi ad una realtà che aspira a diventare leader a livello internazionale nel private banking, abbiamo raccolto più che una battuta, la quotazione paragonata da Corcos alle boutade del calcio mercato estivo.

Poi l’incontro è stato chiuso, senza che da parte nostra, da parte sindacale aziendale si potesse prendere parola! Ad esempio – per rimanere sui temi citati da Corcos – avremmo almeno chiesto lumi sull’integrazione in corso di persone ed attività di IWBank… ma niente! Filosomi ha ringraziato Corcos, Zanichelli e Minolfi e ha chiuso l’incontro.

Qualche minuto dopo ci sono pervenute per mail altre slide sui temi previsti all’ordine del giorno dell’incontro annuale di cui all’art. 7 del Protocollo Relazioni Industriali 14 aprile 2021.

Dal nostro punto di vista, una scorrettezza così clamorosa non si era mai vista finora!

Altro che azienda come comunità, come è piaciuto riempirsi la bocca al management, durante un incontro nel quale al sindacato aziendale non è stata data neanche la parola!

Abbiamo però ottenuto, insieme alle altre sigle, che si prosegua con un nuovo incontro il prossimo 6 luglio. Vi sono molte questioni che vanno discusse seriamente, non bastano soluzioni preconfezionate, sorrisi e cordialità.

Serve un confronto vero.

Vi terremo aggiornati.

Back to top button