Inform@fisac gennaio 2017 n.1

 

Modena, Bper punta ad acquisire Unipol Banca

 

Il gruppo assicurativo ora è il maggiore azionista e potrebbe scorporare l’asset bancario a favore dell’istituto modenese. Bper Banca ha cominciato a stringere i tempi per le aggregazioni che caratterizzeranno il 2017 e in questo ambito si va delineando un quadro che comprende trattative, dossier e scambi di informazioni su più tavoli.

Per incrementare le proprie dimensioni Bper sta lavorando in modo particolare in tre direzioni e ciascuna non esclude necessariamente le altre. Sono noti i nomi delle banche che hanno attratto più di altre l’attenzione di Bper: sono il Credito Valtellinese, Unipol Banca e la Nuova Carife rinata dopo il tracollo della vecchia Cassa di Risparmio ferrarese.

In questa fase negli ambienti finanziari milanesi sta assumendo sempre maggiore consistenza l’ipotesi che in ultima analisi condurrebbe all’acquisizione di Unipol Banca da parte di Bper.

Pochi giorni fa il Gruppo Unipol ha comunicato di essere salito al 5,01% del capitale di Bper. Va ricordato che fra l’istituto di credito modenese e Unipol esiste da tempo un rapporto di collaborazione di significativa solidità. Le due società fanno entrambe parte dell’azionariato di Arca Vita (63,39% Unipol , 19,67% Bper , 14,84% Popolare di Sondrio e 2,1% altri), una realtà in notevole crescita negli ultimi anni. Nella scorsa primavera si erano diffuse notizie su un dossier aperto dalla grande compagnia assicurativa per mettere in portafoglio una importante partecipazione di Bper. Lo stesso amministratore delegato di Bper, Alessandro Vandelli, aveva confermato che «Unipol e Bper rappresentano due delle istituzioni finanziarie più significative dell’Emilia Romagna: è normale che ci siano contatti. Con Unipol siamo già insieme, ci sono partnership da anni in ambito assicurativo in Arca Vita, per cui siamo pronti a una riflessione in proposito».

Lo scorso 12 dicembre UnipolSai è salita al 3,8 per cento di Bper e pochi giorni dopo è passata a quota 5,01 per cento. Mediobanca Securities ha osservato che «con questa quota il gruppo guidato da Carlo Cimbri è diventato il primo socio della banca, seguito da Dimensional Fund con il 4,12% e da Vanguard con il 2,54%».

La società Equita ha evidenziato che l’investimento, «pari a circa 125 milioni di euro», è «propedeutico a un’eventuale trattativa che includa Unipol Banca». La banca controllata dal Gruppo Unipol risulta da tempo sul mercato e rimane un asset da valorizzare, vale a dire un’attività che potrebbe essere scorporata proprio a favore di Bper.

Fonte: Gazzetta di Modena

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Back to top button