Zurich: accordo per accesso sedi sul territorio

3 - Fisac Cgil

C O M U N I C A T O

Nei giorni scorsi, a seguito di una nostra richiesta, le scriventi Rappresentanze Sindacali si sono incontrate con l’azienda, per dare seguito a quanto concordato nell’accordo del 2 agosto u.s., in merito alla definizione delle modalità di riapertura delle sedi Zurich sul territorio.

Così come previsto recentemente per Mac9, nell’accordo citato avevamo stabilito che le colleghe ed i colleghi del territorio potessero, attraverso modalità da concordare in seguito, prestare la propria attività lavorativa nelle rispettive sedi di lavoro, sempre su base volontaria.

In conformità alle misure di prevenzione e protezione previste dalla normativa e dai protocolli in vigore, abbiamo dunque convenuto con l’azienda di consentire l’accesso a dette sedi fino al raggiungimento di un terzo delle rispettive capienze e, sulla falsariga di quanto stabilito a Milano, fino ad un massimo del 50% delle giornate lavorative che intercorreranno dalla data di riapertura delle stesse fino al 30 dicembre p.v.

Le sedi riapriranno progressivamente tra il 21 e il 31 ottobre, ad eccezione degli uffici di Modena e Bari, per i quali la riapertura è prevista entro e non oltre il 10 novembre p.v.

Le lavoratici ed i lavoratori che decideranno volontariamente di accedere alle sedi dovranno prenotare una postazione di lavoro per ciascuna giornata di presenza, attraverso un’applicazione che verrà resa disponibile sul pc e sul cellulare aziendale.

Dal canto nostro, possiamo ritenerci soddisfatti dell’accordo raggiunto: la riapertura graduale di tutte le sedi è un segnale importante per tutte le lavoratrici ed i lavoratori del territorio, ancor di più dopo la difficile vertenza che ci ha visti coinvolti durante l’estate. In un’ottica di pari opportunità con i colleghi di Milano, abbiamo ritenuto infatti fondamentale estendere la possibilità di tornare a lavorare in presenza: una scelta soggettiva che, ovviamente, dovrà essere assolutamente libera e senza condizionamento alcuno.

Detto questo, sempre secondo quanto previsto dall’accordo del 2 agosto, contiamo di iniziare quanto prima a confrontarci con HR anche rispetto al nuovo modello di lavoro post pandemia, con l’obiettivo di definire modalità che soddisfino le esigenze e le aspettative delle lavoratrici e dei lavoratori della nostra azienda.

Milano, 7 ottobre 2021

LE RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI
FIRST CISL – FISAC CGIL – FNA

scarica l’accordo
Back to top button