Antiriciclaggio: il riciclaggio e l’onboarding

L’Autorità bancaria europea (Eba) ha avviato una Consultazione pubblica sulla bozza delle Linee guida sull’utilizzo delle soluzioni di Onboarding da remoto dei clienti. Gli orientamenti stabiliscono un’interpretazione comune da parte delle Autorità competenti sulle misure che gli Operatori del settore finanziario dovrebbero adottare per garantire pratiche sicure ed efficaci di inserimento dei clienti a distanza in linea con la Legislazione applicabile in materia di antiriciclaggio e della normativa Ue concernente il quadro di protezione dei dati.

Una volta adottate, le Linee guida si applicheranno a tutti gli Operatori del Settore finanziario che rientrano nel campo di applicazione della Direttiva antiriciclaggio. La consultazione terminerà il 10.3.22. Gli Istituti finanziari hanno assistito ad una crescente domanda di soluzioni di Onboarding dei clienti da remoto. Questa tendenza è stata amplificata dalle restrizioni alla circolazione causate dalla pandemia di Covid-19. Di conseguenza, l’Eba ritiene importante che le Autorità competenti e gli Operatori del Settore finanziario comprendano le capacità di queste nuove soluzioni da remoto per sfruttare al meglio le opportunità che offrono e, allo stesso tempo, supportarne un uso corretto e responsabile, nonché essere consapevoli dei rischi di riciclaggio derivanti dall’uso di tali strumenti e di adottare misure per mitigare tali rischi in modo efficace.

Le bozze di Linee guida stabiliscono standard comuni dell’Ue sullo sviluppo e l’attuazione di politiche e processi di Adeguata verifica della clientela solidi e sensibili al rischio nel contesto dell’Onboarding da remoto dei clienti. Stabiliscono le misure che gli Istituti finanziari dovrebbero adottare nella scelta degli strumenti di Onboarding dei clienti a distanza e nella valutazione dell’adeguatezza e dell’affidabilità di tali strumenti, al fine di adempiere efficacemente ai propri obblighi in ambito di Normativa antiriciclaggio.

Back to top button