Banco Popolare: scongiurata la chiusura del confronto al 17 agosto

By: Andy WrightCC BY 2.0
E’ stato sottoscritto stanotte il verbale di programma relativo alla procedura di confronto sul nuovo modello distributivo del Banco Popolare. L’accordo consente di prolungare i tempi del confronto – altrimenti delimitati dai 50 giorni previsti dal CCNL – per permettere alle parti l’analisi e la gestione di tutte le ricadute del progetto di ristrutturazione. La procedura è stata considerata aperta al 28.6.2013 e anziché concludersi al 17.8.2013 – come da CCNL – terminerà secondo il seguente calendario distinto per argomenti:
– entro il 13.9.2013 focus sui nuovi livelli di servizio con particolare riferimento alle Filiali Imprese;
– entro il 30.9.2013 confronto sugli impatti di mobilità territoriale e professionale con particolare riferimento alle Filiali Hub e spoke;
– entro il 20.9.2013 confronto sui nuovi processi lavorativi, comprese le tematiche di sicurezza e orari di lavoro;
– entro l’ 16.10.2013 confronto sui nuovi ruoli professionali;
– entro il 31.10.2013 confronto sugli inquadramenti delle nuove figure professionali, presso le competenti sedi di contrattazione (BP e CB)
Per ognuno dei suddetti argomenti l’azienda dovrà astenersi da ogni attività applicativa del modello di rete, anche solo propedeutica, fino alla maturazione della relativa scadenza di confronto ed i trasferimenti funzionali al progetto non potranno comunque avere corso prima del 1.11.2013, salvo che per i responsabili delle filiali che saranno trasformate in Hub Imprese o Imprese. Sono riconfermati gli inquadramenti vigenti per le figure professionali non toccate dalla riorganizzazione. E’ prevista la stesura di un verbale complessivo di chiusura della procedura di confronto ed un successivo momento di verifica delle effettive ricadute. I seguenti interventi collegati alla revisione del modello distributivo, ma oggi ancora in fase di definizione, saranno oggetto di specifiche procedure di confronto (50 giorni) da aprire tempo per tempo :
redistribuzione delle attività di Direzione e Divisione, secondo la nuova logica “Privati” e “Imprese”;
chiusura di alcune filiali, in ragione dell’andamento del business;
ampliamento del numero di sportelli la cui apertura al pubblico potrà risultare parziale nell’ambito della giornata e/o della settimana.
La settimana prossima le oo.ss. sottoporranno all’azienda uno schema dettagliato di richieste di ulteriori approfondimenti informativi sul progetto e le ricadute, gli incontri saranno poi sospesi sino a fine agosto per la pausa estiva. La Fisac CGIL aveva sollecitato la necessità di non interrompere il confronto nemmeno in agosto, ma la nostra proposta non ha trovato disponibilità.

Back to top button