Antiriciclaggio: incontro con i professionisti

Si è svolto di recente un incontro tra il Ministero dell’Economia e delle finanze ed i rappresentanti dei Professionisti per discutere delle linee guida per l’Adeguata Verifica della clientela ai sensi delle norme antiriciclaggio. Un incontro definito interlocutorio, organizzato dalla Direzione Generale del Tesoro, al quale sono stati invitati i Consigli Nazionali di Commercialisti ed Esperti contabili, Notai, Avvocati e Consulenti del Lavoro. L’obbiettivo era quello di avviare i lavori per adeguare le norme in vigore alla Quarta Direttiva Europea Antiriciclaggio in fase di negoziazione. Le Professioni verranno riconvocate nel corso del mese di settembre per presentare al Mef quanto da loro elaborato.
Il Segretario del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro ha sottolineato il fatto che il Ministero ha chiesto di evidenziare le criticità che emergono a livello quotidiano e che non consentono un’ampia e diffusa applicazione della norma. Il progetto dovrà concludersi entro il 2013 ed ogni Professione fornirà un contributo specifico e peculiare della categoria sia sui problemi applicativi delle regole attuali sia con proposte migliorative, anche con la costituzione di apposite commissioni di studio per elaborare delle “buone pratiche”.
Il Consiglio Nazionale del Notariato ha espresso soddisfazione per il coinvolgimento del tavolo operativo promosso dal Mef. Il Notariato è da sempre al lavoro sul tema dell’Antiriciclaggio –fanno sapere- come testimoniato dalle numerose segnalazioni. Sono state anche predisposte delle linee guida per i Notai sul tema in oggetto.
Chi ancora non ha pronte delle linee guida sono gli Avvocati. Da qui la decisione, da parte del loro Ufficio Studi, di convocare un gruppo di lavoro sull’Antiriciclaggio.
Per il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, era presente il Direttore Generale che ha confermato il gran lavoro svolto dal Consiglio stesso predisponendo delle linee guida che saranno aggiornate alla luce delle richieste del Mef.
In pratica il Mef vuole condividere la stesura delle nuove linee guida con le Professioni che devono poi applicarle.

Back to top button