Ubi: difendere quotidianamente i propri diritti

By: Gheorghia – All Rights Reserved
Lo sciopero del 31 ottobre ha registrato un’adesione altissima in tutto il settore del credito.
Anche le lavoratrici e i lavoratori del gruppo UBI hanno risposto compatti alla provocazione dei banchieri che, dopo aver condiviso un contratto di responsabilità, hanno “incassato” nelle ristrutturazioni aziendali e di gruppo tutto il possibile, ultimando il lavoro con la disdetta del CONTRATTO NAZIONALE e del FONDO ESUBERI.
La straordinaria riuscita della mobilitazione è stata la prima FONDAMENTALE RISPOSTA per continuare nella lotta per la difesa del contratto e del fondo esuberi, strumento indispensabile per la gestione delle ricadute occupazionali nelle tante procedure di ristrutturazione che hanno interessato e interesseranno in futuro il nostro settore.
Ai pochi che non hanno aderito ricordiamo che il momento continua ad essere decisamente complicato.
DA SOLI NON CI SI SALVA, È TEMPO DI PARTECIPARE.
Se servissero altre azioni di mobilitazione sarà indispensabile da parte di TUTTI l’urgenza di lottare per il proprio futuro.
Nel frattempo ricordiamo che il miglior modo per
DIFENDERE QUOTIDIANAMENTE IL CONTRATTO E I PROPRI DIRITTI
è di chiederne sempre la corretta applicazione.
Questo vale anche per alcune previsioni normative introdotte dall’accordo di novembre 2012 che riguardano PERMESSI EX FESTIVITÀ e BANCA DELLE ORE, per le quali si avvicina la scadenza di fine anno:
PERMESSI EX FESTIVITA’: Le ex festività maturate e non godute del 2013, comprese quelle residue del 2012, devono essere utilizzate entro il 31/12/2013.
QUELLE NON FRUITE SARANNO PERSE PERCHÉ NON DARANNO LUOGO AD ALCUNA MONETIZZAZIONE O RECUPERO.
BANCA DELLE ORE: Le prestazioni lavorative aggiuntive confluite nella “banca delle ore” alla data del 31/12/2012 devono essere recuperate entro il 31/12/2013.
QUANTO NON FRUITO ANDRÀ PERSO.
Nulla cambia per le prestazioni aggiuntive effettuate nel 2013 che potranno essere recuperate secondo i criteri previsti dalla vigente normativa. La banca delle ore può essere recuperata con semplice comunicazione di preavviso al proprio responsabile di ufficio e di filiale.
FESTIVITA’ DEL 2 GIUGNO: Quest’anno la festa della Repubblica del 2 giugno è caduta di domenica. Resta invariato il diritto dei dipendenti di richiedere la FRUIZIONE DEL RELATIVO GIORNO DI PERMESSO O, IN ALTERNATIVA, LA MONETIZZAZIONE.

Back to top button