Banco Popolare: Lavori in corso Num.25 – 28 marzo 2014

By: Marco Santi Amantini – All Rights Reserved

Sessione interlocutoria, quella di questa settimana a Verona. Abbiamo affrontato con l’azienda problemi applicativi relativi al risarcimento della mobilità creatasi con l’avvio del nuovo modello organizzativo in cui si rilevano delle distonie a causa del programma GETRAS. Si è poi proposta all’azienda una proroga dei tempi per affrontare il tema delle armonizzazioni, la cui scadenza originaria era fissata per il 31 marzo scorso.
Anche sull’applicazione dell’accordo del part time (rinnovato sino al 31/12/2015) ci sono delle distanze tra noi e l’azienda. Infatti il sindacato ha ribadito la richiesta che i rinnovi, ove spettanti, possano essere confermati sino a scadenza dell’accordo e che non ci siano vincoli temporali per la richiesta di nuovi part time. Abbiamo anche chiesto alle Relazioni Sindacali, che le domande di rinnovo (l’accordo prevede tre mesi prima della scadenza, e quindi 31/03/2014) possano avere un allungamento dei termini.
Sullo specifico argomento la banca invece vorrebbe che la data di scadenza fosse, sia per i rinnovi che per le eventuali nuove richieste, spostata al 31/12/2014. Ciò per semplificare l’iter amministrativo e applicativo dell’accordo. Abbiamo ribadito che questo snaturerebbe lo spirito dell’accordo, creato per rispondere alle esigenze delle colleghe e dei colleghi.
Ci è poi stata consegnata una bozza di domanda di accesso al fondo di solidarietà, modificata rispetto a quella usata nel passato, al fine di essere compatibile con il decreto interministeriale, ad oggi non ancora emanato, che deve recepire l’accordo nazionale del 20 dicembre scorso. Su questa materia, di rilevanza solo apparentemente formale, le OO.SS. si sono riservate di fare ulteriori approfondimenti, per verificare che ciò non crei delle criticità rispetto all’accordo firmato in azienda.
Non è stato possibile invece effettuare la sessione di Commissione Tecnica per la risoluzione dei problemi derivanti dall’attuazione del nuovo modello di rete a causa dell’assenza del collega dell’Organizzazione che segue la materia.
Di conseguenza tutte le problematiche sopra elencate sono state rinviate alla prossima settimana.
Nella busta paga di questo mese i Referenti dovrebbero aver trovato il pagamento della relativa indennità, così come le colleghe e i colleghi che hanno sottoscritto le lettere sul cosiddetto “demansionamento”, dovrebbero aver trovato il pagamento della relativa quota. In caso contrario, dovranno attivarsi immediatamente col proprio gestore per segnalare l’anomalia.
Una sola certezza riguardo alle trasferte e alla mobilità:
I COLLEGHI POSSONO UTILIZZARE IL MEZZO PROPRIO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE DEL RESPONSABILE DIRETTO O DEL GESTORE DI RIFERIMENTO. IN MANCANZA DI TALE AUTORIZZAZIONE NON SARANNO RICONOSCIUTE LE SPESE E LA COPERTURA ASSICURATIVA.
Raccomandiamo quindi ai colleghi la massima attenzione ed il rispetto della normativa vigente.
IN ASSENZA DI AUTORIZZAZIONE SI E’ TUTELATI SOLO CON L’UTILIZZO DEI MEZZI PUBBLICI …..
O DEI PIEDI!
Come di consueto vi terremo aggiornati.

2014.03.28 Lavori in Corso 025

Back to top button