Banco Popolare: Lavori in Corso n. 30 – 9 giugno 2014

By: Jess – All Rights Reserved

Si sono svolti nei giorni 4, 5 e 6 giugno incontri sindacali con l’azienda. Questi gli argomenti trattati:

Fusione del Credito Bergamasco nel Banco Popolare Le OO.SS. hanno elaborato e presentato all’azienda una proposta unitaria sull’integrazione delle contrattazioni integrative vigenti nelle due aziende. L’azienda ha espresso contrarietà ad una armonizzazione dei trattamenti, piuttosto si è detta disponibile ad una normativa di raccordo per il passaggio dall’integrativo CB a quello del Banco per i colleghi coinvolti. Dal canto nostro abbiamo ribadito le nostre posizioni. Sull’argomento verrà distribuito a breve uno specifico comunicato unitario. Il confronto riprenderà nei giorni 11 e 12.

Chiusura sportelli A chiusura degli incontri sulle ricadute per i lavoratori derivanti dalla chiusura dei primi 30 sportelli dei 61 programmati dall’azienda nel 2014, è stato sottoscritto un verbale di accordo. L’azienda ha verbalizzato che l’operazione non comporta alcun demansionamento ed alcuna interruzione di percorso di carriera ai sensi degli accordi sugli inquadramenti vigenti. Sono previste ulteriori fasi di confronto sulle ricadute delle successive 31 chiusure.

Situazione Sicilia Dopo l’incontro siciliano del 27 maggio scorso, anche al tavolo di Gruppo l’azienda ha ribadito il pesante gap di produttività rispetto alle altre divisioni del Banco. Le cause sono molteplici, ma è stata confermata l’esistenza di un progetto per rilanciare la competitività su questo territorio. Al momento non esiste alcuna decisione in merito a eventuali future chiusure di sportelli.

Erogazione della quota welfare prevista dall’accordo sul premio aziendale E’ stato sottoscritto l’accordo applicativo di quanto già previsto dalle precedenti intese. La quota aggiuntiva di premio aziendale da erogarsi in servizi di welfare, corrispondente quest’anno al doppio dell’anno scorso (5% + 5%) potrà essere destinata, a scelta del lavoratore, sui seguenti servizi:

  • Previdenza complementare (versamento aggiuntivo)
  • Assistenza Sanitaria (contributo aggiuntivo)
  • Assistenza Sanitaria Integrativa – ASA (contributo aggiuntivo)
  • Area Istruzione ed Educazione

In quest’ultima Area sono comprese le seguenti voci:

  • Spese per asilo nido
  • Spese per iscrizione alla scuola primaria di 1° e 2° grado (elementari, medie, superiori)
  • Tasse e rette per iscrizione a università
  • Spese per acquisto di libri scolastici per scuola primaria, secondaria e università
  • Spese sostenute per la frequenza dei figli a campus extra scolastici
  • Spese per l’accesso dei figli a corsi di formazione integrativa a quella scolastica (lingue, informatica, …)
  • Spese per l’accesso a corsi di formazione non professionali su ambiti relativi a bisogni di rilevanza sociale (orientamento allo studio, aiuto alla genitorialità, …)

La scelta potrà essere espressa dal 1 luglio con modalità telematiche che saranno comunicate. Per l’ASA occorrerà effettuare la scelta entro il 31 luglio, per le altre opzioni entro il 31 ottobre. Le Casse di Assistenza ed i Fondi di Previdenza presenti nel Gruppo fisseranno modalità e criteri per l’erogazione dei servizi in tempo utile. Distribuiremo quanto prima un approfondimento fiscale e contributivo sull’argomento. Lettere consegnate all’azienda Sono state consegnate all’azienda due lettere: una sull’impegno al versamento mensile dell’ accantonamento TFR degli aderenti al Fondo Pensione Banco Popolare (attualmente annuale) e l’altra sulla possibilità di variare liberamente durante l’anno la quota di contribuzione degli aderenti ai Fondi Pensione del Gruppo, anche in considerazione del Bonus Fiscale di 80 euro recentemente introdotto dal Governo. Fondo di Solidarietà Sono stati comunicati alle OO.SS. i dati complessivi delle domande di accesso al Fondo di Solidarietà, dettagliate per Sede e Rete, provincia e ruolo professionale. Contrariamente a quanto precedentemente comunicato i pensionamenti sono 76, di conseguenza sono 374 le domande accolte per raggiungere le 450 uscite complessive. Circa 150 aderenti al Fondo di Solidarietà usciranno a giugno, gli altri a dicembre, le comunicazioni saranno date a breve agli interessati. Gli esclusi sono 126. Abbiamo chiesto una pronta implementazione degli organici con le 110 assunzioni/stabilizzazioni previste dall’accordo. Anche su questo argomento il confronto riprenderà nei giorni 11 e 12. Part Time Abbiamo sollecitato la comunicazione alle/ai richiedenti dell’accoglimento della domanda (decorrenze 1.7.2014). L’azienda provvederà a breve. Come di consueto vi terremo aggiornati.

FISAC-CGIL Gruppo Banco Popolare

2014.06.09 Lavori in Corso 030

Accordo 6.6.2014 Welfare FLB

Accordo 6.6.2014 Chiusure FLB

Back to top button