Gruppo Ubi: trattativa tensioni occupazionali

Comunicato ai lavoratori

Nel corso della notte la nostra delegazione di gruppo, di fronte all’impossibilità di rispettare gli impegni assunti con i colleghi nelle assemblee delle scorse settimane, ha proposto alle altre organizzazioni di sospendere i lavori e di invitare unitariamente con forza l’Azienda a ripresentarsi al tavolo di trattativa con una formulazione del testo di accordo che accogliesse effettivamente le richieste sindacali.
Preso atto dell’indisponibilità degli altri sindacati a lavorare nel rispetto del mandato ricevuto dai colleghi, abbiamo deciso di non procedere in una trattativa che ha quale costante la riduzione dei costi di 115 milioni di euro esclusivamente a carico dei lavoratori da raggiungersi in forma sostanzialmente obbligatoria.
Il tutto a conferma integrale degli obiettivi che Ubi si era data all’avvio della procedura in settembre e che il tavolo sindacale aveva unitariamente respinto con la conclusione senza accordo della procedura il 17 ottobre.
Il risparmio di costi avrà quale risultato certo la distribuzione di un maggior dividendo agli azionisti e un ulteriore peggioramento delle condizioni economiche e di lavoro dei dipendenti.
Nei prossimi giorni vi terremo informati per dare continuità al proficuo confronto con i lavoratori registrato nelle partecipate assemblee.

FISAC CGIL Gruppo UBI
28 novembre 2012

comunicato

Back to top button