Banco Popolare: Formazione a Richiesta 2014/2015

Il Banco Popolare il 18 novembre scorso ha pubblicato la Circolare 2014C131 relativa alla Formazione a Richiesta 2014/2015 e destinata a tutto il Gruppo.
Dal 19 novembre 2014 e fino al 12 dicembre 2014, tramite il Portale Aziendale è possibile iscriversi a corsi che privilegiano l’approfondimento di conoscenze tecniche e capacità trasversali, annualmente concordati con le OO.SS. come stabilito dall’Art. 72 del vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, da non confondere coi corsi di addestramento, i corsi relativi al ruolo ricoperto.
Come illustrato dalla Circolare, nel biennio si può accedere a pacchetti formativi per un limite massimo di 8 giornate (Pacchetto 24 ore) più 52 ore (Pacchetto 26 ore).
Si tratta di un importante investimento, sia in termini economici da parte dell’azienda che di una opportunità, sia per il lavoratore che per l’azienda, che non devono essere inutilmente sprecati.
Nel suo Rapporto Annuale 2012, ISFOL – Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori (Ente nazionale di ricerca sottoposto alla vigilanza del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali), scrive:
“Capitale umano e competenze sono risorse chiave di crescita economica, grazie agli effetti che producono sia sull’incremento della produttività, sia attraverso la capacità delle persone e delle imprese di adottare e stimolare nuove tecnologie, nuovi prodotti, servizi e innovazione. Le persone dotate di buone e aggiornate competenze hanno maggiori probabilità di avere e
mantenere il lavoro e di disporre di retribuzioni più elevate. Viceversa, carenza e obsolescenza di competenze riducono il potenziale di competitività e di crescita. Le persone senza
qualificazione rischiano l’esclusione sociale ed economica. L’ampliamento del patrimonio di saperi e abilità cognitive, tanto individuali che collettivi, e l’aggiornamento costante delle
conoscenze e competenze tecniche, scientifiche e trasversali (ICT, problem solving, lavoro in team, comunicazione in più lingue, ecc.) rappresentano sia un fattore cruciale per i processi
produttivi, sia un elemento decisivo per la condivisione dei valori fondanti della collettività”.
Invitiamo pertanto tutti i colleghi ad aderire alla proposta formativa.

Verona, 02 dicembre 2014
Fisac CGIL Gruppo Banco Popolare

Scarica comunicato

Back to top button