Gruppo Creval: Le ferie e il rispetto delle regole

La Circolare di Gruppo 1744 sulle ferie e le ex festività, nel richiamare il Contratto nazionale di lavoro, si rivela anche quest’anno evidentemente tendenziosa, in quanto sottace in modo ostinato le regole che sovrintendono l’istituto contrattuale delle ferie e che tutelano gli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori bancari. L’Azienda, dopo anni in cui ha tollerato, anzi incentivando l’accumulo di giornate di ferie, è così passata ad una “stretta osservanza” delle norme di legge, al fine di evitare accantonamenti a bilancio e costi Inps addizionali, ma “sorvolando” su tutte le norme che tutelano gli interessi dei colleghi.
Questo comunicato è un invito a difendere il CCNL, recentemente disdettato da Abi, ma tuttora valido, e lo sarà fino a quando saremo capaci di difenderlo, conoscendolo ed esercitandolo nei luoghi di lavoro.
La Circolare di Gruppo evidenzia la sua tendenziosità già nel titolo del capitolo 1.1: «Obbligo di fruizione delle ferie», senza indicare che le ferie sono soprattutto un diritto, e proseguendo poi nel ricordare soltanto che Il vigente CCNL dispone che «i turni delle ferie debbono essere fissati tempestivamente dall’impresa, confermati al lavoratore/lavoratrice e rispettati; solo in casi eccezionali si possono variare di comune intesa tra l’impresa ed il lavoratore/lavoratrice».
Omettendo l’intero articolato del CCNL sulle ferie l’azienda sottintende un potere arbitrario che non può avere, e che intende invece esercitare in fase di predisposizione dei turni solo con la previa condivisione dell‘Unità Organizzativa di riferimento e la valutazione del Servizio del personale, vedi Capitolo 1.2 Circolare.

Scarica documento

Back to top button