BP: permessi congedi e banca ore

Oltre alla mobilità, in data 20/07/2012 sono stati sottoscritti altri due accordi sui seguenti argomenti:
PERMESSI E CONGEDI
In tema di permessi e congedi sono state estese, CON DECORRENZA 1.10.2012 , le previsioni dell’accordo vigente nell’ex Gruppo BPVN (11/1/2008) alle altre Società del Banco Popolare, in quanto contenente una casistica più ampia delle motivazioni per poter usufruire di tali permessi (es: nascite, assistenza a familiari per interventi chirurgici, trasloco, testimonianze in giudizio, studio, decessi).
RECUPERO BANCA ORE
L’accordo relativo alla banca ore – che non deroga al CCNL – riguarda lo smaltimento graduale delle ore maturate in anni pregressi e non usufruite. Al 31/12/2011 tale residuo ammontava a 863.000 ore che hanno comportato un accantonamento a bilancio pari a circa 12.000.000 di Euro, un costo che l’azienda intende ridurre progressivamente , inducendo le persone a fruire del recupero delle ore. Evidentemente , in assenza di una procedura gestionale in grado di scadenzare la maturazione della tempistica per la fruizione secondo i criteri del CCNL, le ore non recuperate si accumulavano senza controllo. L’azienda ci ha annunciato la installazione di una procedura specifica per una gestione più puntuale che preveda la fruizione in tempi coerenti con lo spirito del nuovo CCNL in materia di orario di lavoro. Tale smaltimento, relativo alle ore maturate al 31.12.2011, dovrà essere concordato con l’Azienda, a partire dal prossimo 1.10., con i seguenti criteri:
• fino a 50 ore entro 18 mesi
• dalla 51^ alla 100^ entro 24
• oltre la 100 entro 36 mesi
In caso di risoluzione del rapporto di lavoro per dimissioni – ivi comprese quelle rassegnate da coloro che sono in possesso dei requisiti pensionistici – i recuperi dovranno essere fruiti nel periodo di preavviso e fino alla concorrenza del preavviso medesimo. Nel caso di oggettiva impossibilità di smaltimento del totale, si provvederà alla relativa liquidazione con le competenze di fine rapporto. Per i quadri direttivi tale fruizione dovrà pianificarsi entro 12 mesi. La decorrenza 1.10.2012 è compatibile col periodo feriale ma certamente dovrà fare i conti con il problema degli organici nelle filiali, in relazione al quale l’azienda si è impegnata ad una verifica puntuale, per capire l’andamento del recupero e il suo impatto sui carichi di lavoro. Invitiamo a segnalarci situazione di pressione da parte dei gestori, o problematiche inerenti le situazioni lavorative connesse.

Scarica il comunicato