Gruppo Banco Popolare: Isee e Certificazione saldo medio annuo

Quest’anno, per la dichiarazione sostitutiva ai fini ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) necessaria per accedere a tutta una serie di prestazioni sociali agevolate, serve un dato in più rispetto agli anni scorsi: la giacenza di saldo medio annuo relativa a conti correnti e conti di deposito.
Vediamo insieme i passaggi da fare per consegnare al cliente i dati di cui ha bisogno.
1. Stampare nella procedura TabuWeb i seguenti tabulati per ricavare i dati sulla giacenza media dei rapporti:
• LUC00013 per la giacenza media dei conti correnti;
• LUC00014 per la giacenza delle carte prepagate;
• LUD00013 per la giacenza dei libretti di deposito;
• LUC00015 per la giacenza media dei conti di deposito, comprensivi di quelli a partita, che includono nel calcolo le partite vincolate;
• LUE00013 per la giacenza media dei conti estero (in euro non residenti e in divisa di residenti e non), con quelli in divisa espressi nella divisa di riferimento.

NB: i tabulati sono stati aggiornati il 6 febbraio 2015, pertanto quelli stampati prima di tale data NON devono essere utilizzati.

2. Copiare manualmente i dati nel modello G230155 reperibile in CADMO, cartella “depositi e conti correnti” e far firmare la stampa del modello al responsabile.
3. Stampare da RiDoc gli estratti conto dei conti titoli e gli estratti conto mutui.
4. Stampare dalla procedura assicurazioni FondiWeb l’ammontare degli importi versati per le polizze.

Come si può vedere nel punto 2, i dati vanno copiati manualmente. Si deve fare molta attenzione a ciò che si copia dal tabulato, perché è scritto con caratteri molto piccoli e non c’è nessuna griglia che guidi l’occhio: riportare un dato errato ci espone a responsabilità di dichiarazioni mendaci e alle inevitabili contestazioni da parte dei clienti.
Sarebbe buona norma quindi fotocopiare ogni dichiarazione consegnata al cliente e archiviarne copia nel fascicolo allegando una copia del tabulato relativo con evidenziata la posizione del cliente e il saldo, in attesa che sia predisposta una procedura unica dove recuperare tutti i dati.
Anche in questo caso il Banco Popolare si è distinto per aver fornito un valido supporto informatico, totalmente automatizzato, che eliminando completamente il margine di errore solleva i dipendenti da ogni rischio professionale. Complimenti.

Verona, 6 marzo 2015
Fisac-CGIL Gruppo Banco Popolare

comunicato

Back to top button