Antiriciclaggio: i pagamenti in contanti (seconda puntata)

By: Images Money

          5)   E’ violazione la consegna al Comandante della Nave dei fondi in contanti (over soglia)       destinati alla dotazione di bordo (Cassa della Nave)?   
            Si, perché la movimentazione di denaro contante può avvenire solo tramite Banche, Poste Italiane, Istituti di Moneta Elettronica. Nemmeno la consegna di denaro effettuata previa identificazione in Dogana del raccomandatario viene considerata equivalente. E’ comunque sufficiente la contemporanea presenza , nel prelevamento del contante presso Banca o Poste, sia del raccomandatario sia del Comandante della Nave.

                  6)  E’ possibile prelevare contanti, di importo superiore ai mille euro, presso un’Azienda di Credito per il pagamento degli stipendi ai dipendenti?

            Si, in quanto non vi è limite al prelevamento per cassa in contanti dal proprio Conto Corrente. E’ vietato il trasferimento in contanti oltre la soglia dei mille euro tra “privati” senza l’intervento di un Intermediario. Nel caso in oggetto, però, potrebbe entrare in causa la “presunzione sui prelevamenti” attivabile dall’Amministrazione finanziaria in caso di indagini.

                  7)  E’ possibile remunerare un dipendente avente busta paga di 1.800 euro,  con un pagamento di 1.300 euro tramite assegno e 500 euro in contanti?

            Si, perché il trasferimento in contanti non supera la soglia di 1.000 euro.

                  8)  Vi può essere un rapporto di lavoro cadenzato quindicinalmente,  con regolare contratto, che generi due buste paghe al mese ambedue inferiori ai mille euro nette e regolate in contanti?

                  Si, perché non viene oltrepassato il limite massimo consentito  in contanti in quanto il periodo di paga (e rispettive buste paga) è stabilito contrattualmente con cadenza bimensile. 

Back to top button