BP: giornate di sospensione lavorativa volontarie, riapertura termini

Nella serata di ieri mercoledì 13 aprile,le OOSS e l’azienda hanno concluso l’incontro di verifica relativo all’accordo 18 Febbraio 2016 “GIORNATE DI SOSPENSIONE LAVORATIVA VOLONTARIE, PARZIALMENTE RETRIBUITE”.

Dalla verifica è emerso che le giornate richieste complessivamente, ammontano a circa 42.000 , mentre l’obiettivo aziendale era stato fissato in 120.000.

Le parti quindi hanno condiviso di riaprire i termini e migliorare alcune previsioni, al fine di consentire una programmazione più vicina alle reali esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori che, esclusivamente su base VOLONTARIA, dovessero decidere di utilizzare questo strumento.

Partendo dalle previsioni inserite nell’accordo 18 febbraio 2016, sono state condivise le seguenti integrazioni:

  • la riapertura della possibilità di presentare, da parte di tutto il Personale, domande di sospensione lavorativa a mesi di cui alle causali A, B e C a partire dal 18 aprile 2016 e fino al 5 ottobre 2016. Le domande dovranno essere presentate entro il giorno 5 di ogni mese per sospensioni a valere dal primo giorno del mese successivo. La causale C potrà essere fruita a mesi da tutti i dipendenti per un massimo complessivo di 4 mesi di calendario, anche attraverso la presentazione di più domande;
  • la riapertura della possibilità di presentare domande di sospensione lavorativa a giorni (nella modalità da 1 a 3 giorni o 4 giorni lavorativi nel corso della stessa settimana) di cui alla causale C, nel periodo dal 18 aprile 2016 al 13 maggio 2016.
    La sospensione lavorativa potrà essere fruita a partire dal 23 maggio 2016 e fino al 31 dicembre 2016. Compatibilmente con le esigenze di servizio, tutte le giornate caricate in procedura Presenze/Assenze (comprese quelle già programmate in precedenza) potranno essere ripianificate, comunque entro il corrente anno;
  • l’Azienda si impegna a sensibilizzare i Responsabili delle unità organizzative per favorire l’accoglimento delle domande di sospensione lavorativa volontaria;
  • l’Azienda si impegna ad inviare una apposita comunicazione a tutto il personale in merito alla riapertura dei termini con le modalità sopra descritte, accompagnata dalle istruzioni operative;
  • per favorire il più ampio accoglimento delle domande di sospensione, le stesse dovranno essere inviate al proprio responsabile ed anche al gestore risorse umane di riferimento. Tutto questo per evitare che fattori esterni alle esigenze dei lavoratori, possano condizionare la presentazione/accoglimento delle richieste.

Le organizzazioni sindacali esprimono un giudizio complessivamente positivo in merito alla riapertura della procedura di prenotazione/pianificazione delle giornate di sospensione lavorativa, in quanto consente a tutti i lavoratori del BANCO POPOLARE di meglio conciliare tempi di vita e di lavoro, mantenendo il principio della VOLONTARIETA’.

Affinché l’iniziativa in oggetto, possa trovare una giusta applicazione, le OOSS invitano i colleghi a segnalare al proprio rappresentante sindacale qualsiasi condizionamento volto tanto a DISINCENTIVARE quanto a SOLLECITARE la programmazione di giornate di sospensione lavorativa.

Considerando che la riapertura della programmazione si concluderà il 13 maggio, le parti si sono impegnate ad incontrarsi successivamente per un a verifica della proroga nell’ottica di coniugare tempo di vita e di lavoro e di recuperare le 175 domande di part time inserite nel punto 4.9 che nel 2016 non hanno trovato accoglimento.

I COORDINAMENTI OO.SS DEL GRUPPO BANCO POPOLARE

2016.04.14 Sospensione Lavorativa Volontaria – Riapertura Termini

Photo by Zaida Machado

Back to top button