Gruppo Banco Popolare: Premio Aziendale 2015 – Detassazione e Welfare

Con l’Accordo del 23/7/2015 avevamo messo in sicurezza l’importo complessivo del VAP 2015, che percepiremo il prossimo mese di giugno. Ricordiamo la sua composizione, sempre prendendo a riferimento la figura professionale del 3A3L:
– 550 euro in conto welfare, da destinare, come sempre, a diverse finalità
– 300 euro annui, consolidati in busta paga per sempre, come assegno ad personam per 12 mensilità
– 700 euro cash, legati al raggiungimento di specifici indicatori di redditività e produttività di Bilancio, oggi verificato come obiettivo raggiunto.

Troverete gli importi riparametrati per inquadramento e per Azienda nelle tabelle allegate. Occorre ora fare riferimento alla Legge di Stabilità n. 208 del 28.12.2015, che all’art 1, prevede agevolazioni fiscali in materia di erogazione di premi di produttività, legati ad incrementi di produttività e redditività (quindi i sopra citati 700 euro cash), a favore dei lavoratori con reddito di lavoro non superiore a 50.000 euro nell’anno precedente. Il Decreto attuativo del 25 marzo 2016 è stato pubblicato in G. U. il 14/5/2016, per cui il collega che si trova nella fascia di reddito sopraindicato avrà, sulla quota cash, una tassazione agevolata del 10%. La legge di Stabilità, solo per i lavoratori con reddito non superiore a 50.000 euro, ha disposto le agevolazioni in esenzione fiscale e contributiva previste nel caso in cui i suddetti lavoratori scelgano di trasformare il premio aziendale cash nei servizi welfare, indicati nell’art 51 del TUIR, in esecuzione di accordi aziendali. Quindi, alla luce della verifica del raggiungimento degli obiettivi di produttività e redditività e dell’applicabilità del D.M. attuativo della Legge di Stabilità, abbiamo oggi firmato un verbale di accordo per l’erogazione a giugno del VAP 2015, per le Aree Professionali e i Quadri Direttivi. Nell’accordo viene sancita la facoltà di destinare la quota premio cash a welfare per l’intero importo o per quote percentuali con un minimo del 30% , aumentabili con multipli del 10%. La facoltà (opzionabile, lo ripetiamo, solo per i lavoratori con reddito inferiore a 50.000 euro l’anno scorso), dovrà essere esercitata inderogabilmente dall’ 1 all’ 11 giugno e tali somme saranno utilizzabili attraverso il conto welfare.

GAMMA DI SERVIZI WELFARE

Da quest’anno l’Azienda metterà a disposizione di tutti i colleghi un ampio catalogo di servizi welfare, prima solo riservato ai Dirigenti.
Da mercoledì 1° giugno sarà possibile accedere al nuovo portale youwelfare.easywelfare.it, sia per verificare l’importo del proprio budget figurativo sia per valutare la gamma dei servizi opzionabili e precisamente:

  • Previdenza complementare
  • Assistenza Sanitaria Aggiuntiva – A.S.A.
  • Area iniziative culturali e ricreative (master, abbonamenti cinema – teatro, palestre, viaggi – esclusivamente con pacchetti preconfezionati in convenzione)
  • Area Istruzione / Educazione (rette scolastiche, mense, libri scolastici….)
  • Area Assistenza sociale e sanitaria (rette per case protette per anziani, assistenza infermieristica)
  • Buoni acquisto di beni e servizi per un importo pari a euro 150 ( es. buoni benzina), per i quali è bene precisare che potrebbero contribuire al superamento del massimale di esenzione fiscale (258,23 euro), se si usufruisce già di altri benefit come auto o locazioni aziendali.

 

L’Azienda sta provvedendo alla creazione di una rete di convenzioni su tutto il territorio nazionale, che potrà essere implementata nel tempo, anche su segnalazione. Di tutto questo nuovo mondo di servizi welfare vi daremo preciso conto appena l’Azienda ci fornirà informazioni ed elementi più dettagliati.

Verona, 26 maggio 2016
COORDINAMENTI DI GRUPPO
FABI FIRST/CISL FISAC/CGIL SINFUB UGL CREDITO UILCA UNISIN

 

All. 1 Tabelle

comunicato

Back to top button