Siena, uniti contro la speculazione e difesa dei livelli occupazionali

Le Segreterie Territoriali di Siena del Settore del Credito esprimono estrema preoccupazione per l’incomprensibile attacco diretto contro la Banca MPS e l’intero Settore bancario.

In uno scenario caratterizzato da totale incertezza sui veri contenuti della lettera della BCE e da notizie di stampa opache e contraddittorie che alimentano attacchi mirati, Banca MPS e le altre principali aziende creditizie del Paese crollano in borsa nel sostanziale immobilismo delle Istituzioni.

Come Segreterie sindacali territoriali chiediamo con forza che le Istituzioni politiche, sia locali che nazionali, facciano la loro parte, difendendo con forza e chiarezza l’Azienda MPS e tutto il patrimonio di posti di lavoro e opportunità di sviluppo che storicamente rappresenta.

Da molti anni il risanamento di MPS passa solo dai sacrifici dei lavoratori che hanno subito una drastica riduzione del numero dei posti di lavoro e dei propri livelli retributivi. Questi sacrifici non possono essere vanificati da una speculazione che si alimenta, anche, dall’atteggiamento “di basso profilo” adottato dalle istituzioni pubbliche e dal management della Banca. E’ invece necessario affrontare con decisione una situazione di crisi che, altrimenti, rischia di avere impatti pesantissimi sul nostro territorio, sull’intero Paese e sugli equilibri europei. E’ necessario procedere rapidamente con atti credibili, di fronte alla nazione e alla UE.

Condividiamo e ribadiamo quanto affermato unitariamente dai Sindacati aziendali MPS nel volantino del 5 luglio: i lavoratori difenderanno a ogni costo i livelli occupazionali e lotteranno contro ogni speculazione e ogni disegno di politica economica volto a favorire l’utilità di pochi perdendo di vista l’interesse generale!

Segreterie Provinciali di Siena

Volantino Unitario 06 07 2016

Back to top button